Terremoto Forlì Cesena, M 3.6/ Romagna colpita da diverse scosse ma nessun danno

- Silvana Palazzo

Terremoto tra Forli e Cesena di magnitudo 3.7 sulla scala Richter alle ore 18.52 di sabato 17 agosto. Nuova scossa poco dopo la mezzanotte: nessun danno

terremoto forli cesena ingv
Terremoto Forli e Cesena

Solo grande paura ma nessun danno a persone o cose: Romagna colpita nel corso delle ultime ore da diverse scosse, il terremoto di Forlì Cesena ha messo in allerta gran parte della popolazione. Come riportano i colleghi dell’Ansa, non sono giunte segnalazioni di danni sull’Appennino tosco-emiliano: «Nessun problema da segnalare, la gente è tranquilla», le parole del sindaco di Santa Sofia, Daniele Valbonesi. La scossa più recente, registrata poco dopo la mezzanotte, è stata avvertita dalla popolazione mentana, in Romagna e anche in Toscana. Ancor più netto il sisma del pomeriggio: paura ad Arezzo e nei comuni di Montemignaio, Poppi e Castel San Niccolò. Gigi Lotti, sindaco di Rocca San Casciano, ha evidenziato a Il Resto del Carlino: «Io ero al primo piano e non ho avvertito nulla, ma molta gente ha sentito bene la terra che tremava». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

TERREMOTO FORLI’ CESENA, NUOVA SCOSSA NELLA NOTTE

Nuovo terremoto a Forlì e Cesena: un’altra scossa di magnitudo 3.6 è stata registrata poco dopo la mezzanotte, precisamente alle 00.01 di domenica 18 agosto 2019. Come riporta Ingv, l’epicentro è lo stesso dei sismi avvertiti nelle ore precedenti, ovvero Premilcuore, e anche in questa occasione la profondità è di 7 chilometri. Continua a tremare la Romagna, con il vicesindaco di Premilcuore che ha sottolineato: «Tutti hanno avvertito la forte scossa e molti hanno avuto paura, ma senza conseguenze per persone e cose», le parole di Sauro Baruffi ai microfoni de Il Resto del Carlino. Allerta in tutta la zona, il sindaco di Santa Sofia Daniele Valbonesi ha aggiunto: «Abbiamo ricevuto alcune telefonate, messaggi, ma poco più tardi la paura è rientrata». Attesi aggiornamenti nel corso delle prossime ore sulla situazione a Forlì e Cesena, c’è il timore di nuovi eventi sismici a stretto giro di posta. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

TERREMOTO FORLI E CESENA, PAURA IN ROMAGNA

Due forti scosse di terremoto sono state registrate vicino a Premilcuore, nella provincia di Forlì-Cesena. Sono state anche ravvicinate, visto che sono avvenute a due minuti circa l’una dall’altra. La prima è stata quella più forte: il sisma delle 18:52 è stato infatti di magnitudo 3.7 sulla scala Richter. L’altra scossa invece è stata di magnitudo 2.9. I dati relativi alle scosse sono stati forniti dalla Sala Sismica dell’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia). Per quanto riguarda l’epicentro del terremoto, è stato individuato con le seguenti coordinate geografiche: latitudine 43.92, longitudine 11.81 e ad una profondità di 6 chilometri. Quindi a 7 km da Premilcuore. La seconda scossa di terremoto invece è avvenuta a 6 km dal piccolissimo comune a circa 40 km dal capoluogo, Forlì, che sorge sulle pendici nord-occidentali del monte Arsiccio. Le coordinate geografiche differiscono leggermente, solo per la latitudine, che nella seconda scossa è di 43.93.

TERREMOTO FORLI E CESENA M 3.7: INGV, SISMA AVVERTITO ANCHE IN TOSCANA

Le due scosse di terremoto hanno fatto tremare la terra tra Forlì e Cesena. Il fenomeno sismico è stato avvertito chiaramente dalla popolazione sull’Appennino forlivese e anche in Toscana, stando a quanto riportato dal Resto del Carlino. Sono tante le segnalazioni, soprattutto sui social. In tanti segnalano di aver avvertito le scosse di terremoto in particolar modo sull’Appennino: segnalazioni da Santa Sofia, Galeata, Civitella, Meldola, Premilcuore, Predappio, Portico ma anche nella zona del cesenate (Bagno di Romagna, Sarsina, Verghereto), come riportato da forlitoday. Ma si parla anche di richieste di informazioni anche dalla Toscana, con qualche utente che dichiara di aver percepito il terremoto anche dal fiorentino. La prima stima parlava di 3.9 gradi, poi è stata riallineata. Ma le scosse di terremoto sono due e quella di magnitudo 3.7 ha fatto spaventare molte persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA