Terremoto Agrigento, M 3.6/ Scossa e paura anche a Palermo. No sciame sismico

- Carmine Massimo Balsamo

Terremoto Agrigento oggi, magnitudo 3.6 con epicentro a Caltabellotta: sisma avvertito anche a Palermo e provincia. Paura dopo sciame sismico degli scorsi giorni.

terremoto agrigento
Terremoto Agrigento (Ingv)

Un’unica forte scossa di terremoto di magnitudo 3.6 con epicentro a Caltabellotta, in provincia di Agrigento, avvertita per intensità anche a Palermo. Questo quanto accaduto alle ore 12:16 di oggi, lunedì 5 agosto 2019, in Sicilia. A dispetto delle previsioni di molti, che temevano nuove scosse di assestamento dopo la prima molto intensa, per il momento le apparecchiature dell’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) non hanno registrato alcuna replica. Niente sciame sismico in corso dunque, come invece era capitato nei giorni scorsi sull’Isola, quando tutta la zona della Valle del Belice era stata in allerta per le ripetute scosse. L’unico episodio tellurico registrato in Sicilia dopo il terremoto di M 3.6 sulla scala Richter a Caltabellotta ha avuto luogo alle 15:15 (M 1.4) sulla costa Nord-orientale facente capo a Messina. (agg. di Dario D’Angelo)

TERREMOTO AGRIGENTO M 3.6: LE ZONE PIU’ COLPITE

Mezzogiorno di paura in Sicilia: il terremoto ad Agrigento ha fatto scattare l’allarme su tutto il territorio dell’isola, con il sisma che è stato avvertito nella zona sud-occidentale, compresa Palermo. L’epicentro, come dicevamo, a Caltabellotta a sei chilometri dal centro abitato e ad una profondità di dieci chilometri. Per il momento non sono stati segnalati danni a persone o cose, con tanti residenti della zona che hanno deciso di lasciare le abitazioni per sicurezza. Dopo lo sciame sismico degli scorsi giorni, che ha interessato tutta la zona della Valle del Belice, un nuovo campanello d’allarme: a differenza dei recenti terremoti, quello di oggi ha superato i 3 gradi di magnitudo. Il Giornale di Sicilia mette in risalto che l’area più colpito sembra essere quella compresa tra i territori di Sciacca, Sambuca di Sicilia e Ribera. Oltre a quelli citati, Ingv segnala tra i Comuni colpiti più da vicino anche Calamonaci, Contessa Entellina, Campofiorito, Palazzo Adriano e Santa Margherita di Belice. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

TERREMOTO AGRIGENTO, M 3.6: EPICENTRO A CALTABELLOTTA

Terremoto ad Agrigento oggi, lunedì 5 agosto 2019: paura in Sicilia per la forte scossa registrata alle ore 12.16. Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) dopo aver segnato una stima provvisoria – sisma di magnitudo tra 3.4 e 3.9 – riporta di una magnitudo 3.6 con epicentro a Caltabellotta.  Il terremoto è stato avvertito da gran parte della popolazione siciliana, anche a Palermo, ed ha fatto scattare il classico tam tam social: negli ultimi minuti su Twitter e su Facebook sono stati diffusi messaggi di allerta per la scossa, con molte persone che si sono rivolte ai Vigili del Fuoco. Questi i principali comuni colpiti: Giuliana, Burgio, Villafranca Sicula, Chiusa Sclafani, Sambuca di Sicilia, Lucca Sicura e Bisacquino. Per il momento non sono noti altri dettagli sulla zona colpita e sui dati della scossa, vi terremo aggiornati, ma possiamo segnalare sicuramente il panico scattato tra la popolazione: appena pochi giorni fa è stato registrato uno sciame sismico ad Agrigento, la 16esima scossa nel giro di appena cinque giorni.

TERREMOTO AGRIGENTO, LE ULTIME NOTIZIE

Il sisma registrato pochi giorni fa a Menfi è stato l’ultimo di una lunga serie che ha colpito l’agrigentino: tante scosse di bassa magnitudo che hanno comunque fatto scattare un campanello d’allarme presso la popolazione. Palermo e la sua provincia nell’ultimo periodo non sono state colpite da fenomeni sismici, tanto che l’ultimo terremoto risale a maggio e non ha creato grande popolazione: magnitudo 2.9 con profondità di 7.8 chilometri, epicentro a Castelbuono nelle Madonie. Il sisma non è stato avvertito da molti, principalmente dai residenti di Caltanissetta, e non sono stati segnalati danni a persone o cose. Ora un nuovo terremoto, in provincia di Agrigento, di magnitudo ben più elevata: attese novità a stretto giro di posta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA