TERREMOTO OGGI ALESSANDRIA M 2.6/ Ultime scosse Ingv, trema anche Cuneo

- Davide Giancristofaro Alberti

Terremoto oggi ad Alessandria di magnitudo 2.6 gradi sulla scala Richter. Ultime scosse Ingv: il Piemonte ha tremato anche in provincia di Cuneo

Terremoto Cuneo, ad Acceglio
Terremoto Cuneo (web)

Altra scossa di terremoto, ancora in Piemonte. Dopo quella di stamane all’alba in provincia di Cuneo, negli scorsi minuti ha tremato la zona di Alessandria. L’epicentro è stato individuato a quattro chilometri ad est di Borghetto di Borbera, con coordinate geografiche pari a 44.73 gradi di latitudine e 8.99 di longitudine. L’ipocentro, la profondità, è stato invece di 9 km sotto il livello del mare, come comunicato dalla sala simica Ingv in Roma. I comuni che sono stati interessati dal sisma sono stati quelli di Cantalupo Ligure, Grondona, Rocchetta Ligure, Garbagna, Roccaforte Ligure, Dernice, Albera Ligure, Sardignano. A livello di città, invece, il sisma è a esattamente alla stessa distanza da Genova e Alessandria, circa 35 chilometri, mentre Pavia, Savona e Asti sono dislocate in un raggio massimo di 60 chilometri. Il terremoto si è verificato alle ore 8:59 di oggi, domenica 19 gennaio, ed ha avuto una magnitudo di 2.6 gradi sulla scala Richter. Non si segnalano danni ne feriti. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

SCOSSA DI TERREMOTO IN PROVINCIA DI CUNEO, MAGNITUDO 3.1

Una nuova scossa di terremoto si è verificata all’alba di oggi in Piemonte. L’evento è avvenuto in provincia di Cuneo, precisamente nel comune di Neive. I professionisti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Ingv, hanno riportato tutti i dati del sisma, a cominciare dalle coordinate geografiche, pari a 44.72 gradi di latitudine, 8.1 di longitudine, e una profondità di 12 km sotto il livello del mare. Il terremoto ha interessato numerosi comuni della zona, leggasi Barbaresco, Neviglie, Treiso, Coazzolo, Trezzo Tinella, Alba Mango e Guarene, ed ha avuto una magnitudo di 3.1 gradi sulla scala Richter. Le città più vicine all’epicentro sono invece quelle di Asti, Moncalieri, Alessandria e Torino, che distano non più di 50 chilometri. Il terremoto, verificatosi alle ore 6:22 di oggi, domenica 19 gennaio, non ha provocato danni ne tanto meno dei feriti fra la popolazione locale. Un altro sisma è stato registrato nella tarda serata di ieri, poco prima delle ore 22:00.

SCOSSA DI TERREMOTO ANCHE IN ABRUZZO E IN CALABRIA

Alle 21:52 un terremoto di magnitudo 2.3 gradi è avvenuto in Abruzzo, in provincia de L’Aquila. Il sisma ha avuto coordinate geografiche di 41.78 gradi di latitudine, 13.6 di longitudine, e una profondità di 14 km. L’epicentro è stato individuato presso il comune di Balsorano, ed ha interessato anche i vicini paesi di Pescosolido, Sora, San Vincenzo Valle Roveto, Campoli Appennino, Broccostella, Villavallelonga. L’Aquila e Latina sono invece le città più vicine, distanti circa 60 chilometri dal punto esatto del sisma. Segnaliamo infine un’ultima scossa, verificatasi nel pomeriggio di ieri, poco dopo le ore 15:00, in Calabria, nella provincia di Cosenza. A tremare è stata la zona di Papasidero, ma anche quella di Santa Domenica Talao, Aitea, Mormanno, San Nicola Arcella, Orso Marso, Praia a Mare, Laino Castello e Laino Borgo. Il terremoto calabrese ha avuto una magnitudo di 3.3 gradi sulla scala Richter, ed è stato avvertito da numerose persone residenti in zona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA