Thomas Raggi, Maneskin: chi è?/ “Fidanzata? Per ora mi concentro sulla musica”

- Rossella Pastore

Chi è Thomas Raggi, fa parte dei Maneskin fin dalla sua prima fondazione. L’idea del gruppo è venuta a lui e Victoria, che all’epoca erano compagni di scuola.

Thomas Raggi suona la chitarra
Thomas Raggi, chitarrista dei Måneskin

Thomas Raggi è il chitarrista dei Maneskin, band rock vincitrice di Sanremo con il brano Zitti e buoni. Nato a Roma nel 2001, Thomas è entrato a far parte del gruppo ai tempi della sua prima formazione, che all’epoca comprendeva lui, Victoria De Angelis e Damiano David. Il batterista Ethan Torchio, infatti, è subentrato solo in un secondo momento. I Maneskin sono praticamente nati al liceo scientifico ‘J.F. Kennedy’: è questa la scuola che Thomas e Victoria frequentavano, quando hanno avuto l’idea di fondare una band senza poter immaginare dove sarebbero arrivati. Nel giro di pochi anni, i Maneskin hanno ottenuto un successo insperato: “Pazzesco vero?”, ha evidenziato lo stesso Thomas in un’intervista del 2019 a Cosmopolitan. “Però io lo sapevo. Lo sapevo che andava a finire così: io da grande volevo fare musica, suonare, vivere la vita da band. E mi dicevo: ‘In un modo o nell’altro ce la faccio per forza’. Il mio unico interesse è sempre stata solo la musica. Ho rinunciato a fare un sacco di cose per suonare”.

Chi è Thomas Raggi, chitarrista dei Måneskin

Thomas Raggi sostiene di aver rinunciato a ‘un sacco di cose’ per portare avanti il suo progetto musicale, ma tra queste – nel suo caso – non rientra la scuola. “Non ero da 10, ma me la cavavo”, ha raccontato ai microfoni nella stessa occasione. Damiano David, al contrario, ha preso la decisione di lasciarla dopo due bocciature. Di lui, David ha detto: “Thomas ha la fantasia di un bambino. È il più piccolo, ed è il supercreativo. È il tipo che se gli dai una chitarra in mano, dopo cinque giorni lo ritrovi ancora lì nella stessa posizione che suona”. Ed effettivamente è così: “Adoro il mio strumento, studio chitarra da sempre, da quando sono bambino, prima classica e poi elettrica. E suono in una band da quando ho 12 anni”, conferma. Importante, nel suo caso, l’amicizia con Victoria, con cui è praticamente cresciuto anagraficamente e professionalmente. Non è un caso che li chiamino i ‘fratellini carini’, e tali sempre resteranno: non risulta che i due siano mai stati fidanzati. Anche sotto quel punto di vista, Thomas è rimasto ‘bambino’: altro che chitarrista sciupafemmine. “Ogni tanto al firma copie ci sta qualche ragazzetta simpatica, ma niente di che. Ho deciso di concentrarmi sulla musica”, assicura.



© RIPRODUZIONE RISERVATA