Tommaso Zorzi choc “Foto dei miei genitali sul web”/ “Senza tutela, è il Far west!”

- Anna Montesano

Tommaso Zorzi furioso, duro sfogo sul web: “Foto dei miei genitali diffuse sul web. Siamo senza tutela, è il Far west”

tommazo zorzi screenshot 2021 640x300
Tommaso Zorzi

Tommaso Zorzi dice basta. Il vincitore dell’ultima edizione del Grande Fratello Vip ha deciso di affrontare su Instagram un discorso molto delicato che tocca molti: quello della diffusione di scatti intimi rubati. Zorzi ha vissuto questo problema sulla sua pelle e, in una serie di stories, non solo esprime i suoi sentimenti a riguardo, ma esalta la non tutela di tutti coloro vittima di questo dramma. “È vergognoso che dato l’apporto, il tempo e il peso che hanno i social network nel mondo, specialmente tra i giovani, non ci sia una c***o di attenzione, di regolamentazione, un modo per poter perseguire quella gente che non agisce in maniera corretta. È il Far West. “ ha tuonato Tommaso, “Siamo in mano a nessuno. Vale tutto. Chiunque si può svegliare la mattina e, da remoto, può creare un danno.”

Svela allora quanto a lui stesso è accaduto: “è successo che un profilo su Twitter spammasse una foto del mio organo genitale, vecchia, e lo poteva fare… Vi dico solo che Twitter ha chiuso gli uffici in Italia, non c’è più nessuno che puoi chiamare per far rimuovere un profilo. Puoi solo segnalare dall’app e non succede un c***a. Ed è vergognosa questa roba.”

Tommaso Zorzi furioso: “Sono veramente incaz*ato nero”

Tommaso Zorzi sottolinea i pochi mezzi a disposizione per la tutela degli utenti, vittime di furto e diffusione di foto personali e intime da parte di persone che “da remoto possono farti passare veramente delle brutte giornate”. L’unico modo “è mettere di tasca tua i soldi, pagare un avvocato, fare causa, la Polizia Postale, iniziare un iter infinito… Che poi siamo in Italia, quindi per tutto ci vuole dieci volte il tempo… Perdi soldi, tempo, salute e buon umore dietro a gente che è legittimata praticamente a fare ‘ste robe.”

Zorzi si dice stufo: “Scusate, ma sono veramente incaz*ato nero – sbotta – perché io non posso, sempre con più frequenza, leggere o sapere o venire a conoscenza di persone, come nel mio caso ma ce ne sono tanti altri, che devono subire rotture di c***o legate a una completa… Non ho neanche le parole”. E conclude ammettendo che tutto questo è “Un completo disastro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA