TROMBA D’ARIA A NAPOLI E GARGANO: FERITI/ Video, in Puglia terzo caso in 7 giorni

- Silvana Palazzo

Tromba d’aria a Napoli e sul Gargano: video. Terrore tra bagnanti, diversi feriti e danni. In Puglia è il terzo episodio nell’ultima settimana

tromba aria napoli twitter
Tromba d'aria a Napoli: terrore tra bagnanti

Impressionanti le immagini di ieri in merito alla tromba d’aria che si è abbattuta sul Napoletano, e che ha colpito uno dei tanti lidi disseminati sulla Marina di Varcaturo, tra i comuni di Giugliano in Campania e Castel Volturno. La furia del vento non ha dato alcuna tregua ai bagnanti sradicando ombrelloni e facendo volare oggetti, creando il panico in pochi istanti. Al momento, come spiega Vesuviolive si contano in tutto 10 feriti tra cui una bambina, ma nessuno, per fortuna, in condizioni gravi e tali da destare preoccupazione. “Sono stati attimi terribili. Ci sono stati alcuni feriti, ma fortunatamente solo lievi. I lettini e gli ombrelloni, a causa delle folate forti di vento che ci hanno investito, sono diventate delle vere e proprie armi. Ci poteva scappare il morto”, ha commentato il proprietario del Lido Gallo di Varcaturo, Agostino Di Somma, come riportato da Il Mattino. Ancora una tromba d’aria è stata registrata anche in Puglia, sul Gargano, con epicentro a Manfredonia. Ne dà notizia IlSipontino.it che parla di terza tromba d’aria in appena 7 giorni. Ad accompagnarla, un’ondata di maltempo di maltempo con grandinate e nubifragi che hanno provocato allagamenti e danni all’agricoltura. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

TROMBA D’ARIA NEL NAPOLETANO

Paura a Napoli, dove nel primo pomeriggio di oggi si è abbattuta una tromba d’aria. In pochi minuti forti rassiche di vento hanno spazzato via a Varcaturo ombrelloni, lettini e sdraio. Panico sul litorale domizio: i bagnanti sono fuggiti terrorizzati. Sono state abbattute anche alcune strutture mobili degli stabilimenti balneari. La tromba d’aria ha avuto come epicentro l’arenile di Varcaturo, ma in particolare l’area maggiormente colpita è stata quella del Lago Gallo in via Marina. Qui si registrano una decina di contusi, tra cui una bambina, ma tutti in maniera lieve. Lo riporta l’Ansa, spiegando che sono intervenute le ambulanze sul posto. Solo la bambina ha riportato una ferita più profonda al sopracciglio, ma è stata medicata sul posto. La situazione poi è tornata alla normalità, ma i danni provocati dalla tromba d’aria secondo le prime risultanze sono notevoli. La tromba d’aria è stata immortalata nei video realizzati con il telefonino dagli stessi bagnanti, che poi li hanno condivisi sui social.

TROMBA D’ARIA A NAPOLI: TERRORE TRA BAGNANTI

«Abbiamo visto una grande nuvola nera che è passata proprio su di noi», così un testimone racconta a NapoliToday i momenti di panico vissuti a Varcaturo per la tromba d’aria di oggi. «C’era il panico in spiaggia, ma alla fine è durato pochissimo ed è tornato il sole». Alcuni bagnanti sono stati colpiti dagli oggetti trasportati dal forte vento. La tromba d’aria si è formata a riva, ha danneggiato il tetto di uno stabilimento balneare e poi ha fatto volare ombrelloni e lettini. Alcuni gazebo sono stati divelti e trascinati dal vento. Il vento si è placato dopo circa un minuto, infatti poi la situazione è tornata sotto controllo. Ma sono rimasti i danni. «Abbiamo visto un vortice che si avvicinava dal mare verso di noi. I bagnini ci hanno detto di chiudere gli ombrelloni, ma in un attimo è stato il caos», ha raccontato un bagnante, Daniele Simonetti, a Fanpage. Sono intervenuti i sanitari del 118 e la Polizia di Stato: il bilancio è di una quindicina di feriti, ma nessuno di loro fortunatamente è grave.



© RIPRODUZIONE RISERVATA