Trovare casa/ Conviene più mutuo o affitto. quale è meglio e perchè

- Maria Melania Barone

Trovare casa, conviene più il mutuo o l’affitto? E quali sono le quotazioni nelle maggiori città italiane? Ecco i numeri da tenere presente per compiere una scelta.

bonus casa verso quarta cessione del credito 2022 640x300
Bonus casa , verso la quarta cessione del credito che tornerebbe alle imprese dal 1 maggio 2022.

Mutuo casa o affitto, quale conviene: ecco cosa fare

In un momento come questo caratterizzato dall’ incertezza e dall’instabilità dei prezzi, dove il caro energia sta già mietendo vittime tra le imprese e i posti di lavoro e dove i tassi d’interesse annunciano già un rialzo clamoroso a partire da luglio 2022, la domanda è se conviene ancora comprare casa oppure optare per l’affitto.

Naturalmente il dilemma riguarda le persone che non hanno soldi da parte da investire per l’acquisto di una casa, almeno finanziando il 20% della cifra richiesta per l’acquisto dell’immobile. Eppure il dilemma dovrebbe riguardare anche tutti coloro che hanno deciso di comprare casa, ma in città dove il mercato immobiliare è più basso rispetto a quelle dove il mercato immobiliare è più alto.

Mutuo casa o affitto, quale conviene: a Milano

Ad esempio a Milano un bilocale finanziato per l’80% del suo prezzo, con un tasso fisso trentennale comporterà una spesa inferiore del 26,3% rispetto a quella del canone. Il mercato immobiliare di Milano è quello in assoluto più dinamico d’Italia visto che si prevede che in occasione delle olimpiadi del 2026, gli immobili aumenteranno del 23 % il loro valore attuale.

Per l’acquisto di un trilocale a Roma finanziato al 70% col mutuo fisso trentennale, la rata corrisponderà al 33% in meno rispetto al mutuo. Ma è col tasso variabile che, almeno per oggi, si fanno a fare i veri perché la rata diminuirebbe del 47,7%.

A Milano invece la zona dove il mutuo a tasso fisso garantisce un maggior risparmio è viale Regina Giovanna poiché l’acquisto di un bilocale comporta un risparmio del 4,5% rispetto all’affitto.

Mutuo casa o affitto, quale conviene: a Roma

Ed è la stessa Roma a differenziarsi sulla base dei Quartieri, ad esempio il quartiere più costoso in assoluto è piazza Barberini Trevi con €6000 al metro quadrato mentre l’affitto corrisponde a €1000 mensili. Un tasso fisso a 30 anni finanziato al 80% comporterà una rata variabile di €955 mentre quella variabile di 744.

Parimenti anche la zona di Piazza Bologna che è in assoluto la più economica di tutta la città di Roma con 3775 euro al metro quadro, comporterà una rata variabile di €468 contro quella fissa di 601 euro. In questa zona l’affitto mensile sarebbe di €875 e quindi con una rata variabile si pagherebbe quasi il 50% in meno.

Mutuo casa o affitto, quale conviene: a Napoli

Analizzando comunque altre città la scelta di optare per l’acquisto della casa è sicuramente più economica rispetto alla fitto ad esempio per la città di Napoli un bilocale a via Posillipo a una quotazione di €4500 al metro quadro ed un affitto mensile di €1100. La rata variabile però sarebbe di €558 che comporterebbe un risparmio del 50% rispetto al canone di locazione. Invece la rata fissa sarebbe di €716 per un mutuo a 30 anni.

Complessivamente possiamo dire che per un mutuo trentennale nelle città di Napoli Torino Bologna e Firenze conviene sicuramente una rata fissa o variabile con mutuo trentennale. Ma non è lo stesso per un mutuo a 20 anni nella città di Milano dove si pagherebbe addirittura più dell’affitto.
Nell’enigma dunque se oggi conviene più comprare casa oppure optare per l’affitto, possiamo sicuramente dire che in tutta Italia il termometro immobiliare pende per il mutuo trentennale a tasso variabile o fisso. Ma non vale lo stesso per le città più quotate come Milano se si decida di optare per un mutuo ventennale.







© RIPRODUZIONE RISERVATA