TUTTA LA VERITÀ SU MIA MADRE, RAI 2/ Streaming video del film con Rosalie Thomass

- Matteo Fantozzi

Tutta la verità su mia madre in onda oggi, 16 agosto, su Rai 2 in prima serata, alle ore 21:20. Nel cast Rosalie Thomass e Lavinia Wilson

verita su mia madre 2019 film
Tutta la verità su mia madre

Tutta la verità su mia madre è un film tedesco girato per la televisione di cui purtroppo si hanno poche informazioni. Come sempre in questi casi non ci si deve aspettare molto dal punto di vista della regia, ma sono diversi gli spunti interessanti che possiamo comunque trovare. Tra questi c’è una trama avvincente che tiene incollati al televisore dal primo all’ultimo minuto, oltre a un tessuto di attori che recita con personalità e grande intelligenza. La pellicola è maggiormente adatta a un pubblico adulto, con i più giovani che a tratti potrebbero trovarla anche noiosa. Nonostante questo non ci sono divieti per i più piccoli. Tutta la verità su mia madre va in onda su Rai 2 in prima serata, ma potremo seguirlo anche sui nostri dispositivi mobili cliccando qui. (agg. di Matteo Fantozzi)

Nel cast Rosalie Thomass

Tutta la verità su mia madre va in onda oggi, 16 agosto, su Rai 2 in prima serata, alle ore 21:20. Il film è stato girato nel 2014 in Germania dal regista Christian Theede. Il cast è composto da Rosalie Thomass (Susanne Landauer), August Schmölzer (Josef Landauer), Friedrich von Thun (Dottor Jakob Mangold) e Lavinia Wilson (Dottoressa Isabell Fertinger). La sceneggiatura è di Christoph Busche e Andreas Dirr.

Tutta la verità su mia madre, la trama del film

Diamo uno sguardo alla trama di Tutta la verità su mia madre. Susanne Landauer è un commissario di Polizia che un giorno viene chiamato ad indagare sul caso di una donna morta in circostanze misteriose. Pare che la donna fosse schizofrenica e che sia scappata dalla clinica del dottor Mangold in cui era ricoverata ed era tenuta sotto cure farmacologiche. Ma quando sul corpo della poveretta viene eseguita l’autopsia, Susanne ha un brutto colpo. Dall’esame del DNA emerge in modo molto chiaro che la defunta è sua madre. Lei però, per trent’anni, ha creduto che sua madre fosse morta per via di un cancro. Susanne è dunque costretta e rivedere tutto il suo passato, e soprattutto ad un duro confronto con suo padre che per tanto tempo le ha celato una verità scomoda e dolorosa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA