ULTIME NOTIZIE/ Ultim’ora di oggi. Bimba soffocata da caramella (29 maggio 2019)

- Fabio Belli

Ultime notizie, ultim’ora di oggi: una bimba di 2 anni morta a Roma soffocata da una caramella (29 maggio 2019)

Turista investita e uccisa
Turista investita e uccisa (LaPresse, 2019)

Una vera e propria tragedia quanto avvenuto in queste ore a Roma: una bimba è morta soffocata da una caramella. La piccola di soli due anni stava mangiando una caramella sabato scorso, 25 maggio, mentre si trovava in compagnia della nonna in quel di piazzale delle Province. Il piccolo “dolcetto” è rimasto di traverso nella trachea, senza volere scendere, e la nonna, che evidentemente non era pratica della mossa di disostruzione o che molto più probabilmente è stata presa dal panico, ha allertato immediatamente i soccorsi. Peccato però che quando la bimba sia arrivata presso il policlinico Umberto I, fosse già in arresto cardiaco: è morta oggi, dopo tre giorni di agonia e disperazione da parte dei parenti. La bimba era ricoverata nel reparto di terapia intensiva pediatrica, e i medici le hanno provate tutte pur di salvarla, ma alla fine non ce l’hanno fatta, dichiarandone il decesso. Incredulità nel quartiere dove è avvenuta la tragedia visto che erano molti coloro che conoscevano il papà, che da anni ha un’attività commerciale nella zona. I genitori hanno deciso di donare gli organi della piccola. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, Toninelli: altolà a Salvini su TAV

Il Ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, da esponente del Movimento Cinque Stelle sembra voler mettere un freno alle rivendicazioni di Matteo Salvini che, dopo la vittoria elettorale alle Europee, ha rimesso al centro l’opera di costruzione della Torino-Lione. Ha spiegato Toninelli: “Dopo il voto non cambia assolutamente nulla.I dossier che riguardavano il mio ministero vengono gestiti oggi come venivano gestiti prima delle elezioni europee.” E il movimento No-Tav con una nota promette battaglia: “Negli scorsi mesi abbiamo sorriso parecchio nel leggere chi accusava il movimento No Tav di essere diventato filogovernativo. Noi che di governi ne abbiamo visti passare tanti eravamo certi che i nodi sarebbero tutti venuti al pettine. A giudicare dalla dichiarazioni post voto, la  Tav si annuncia già da ora come il principale terreno di scontro e di resistenza, anche contro l’avanzata di Salvini.

Ultime notizie, Conte: “Non mi sento commissariato”

Da Bruxelles, il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, si dice fiducioso sulla possibilità della prosecuzione dell’azione di Governo anche dopo l’esito delle elezioni europee che sembrano aver spostato nettamente l’ago della bilancia del governo gialloverde dalla parte leghista. “Non mi sento commissariato, Salvini ha sempre fatto parte delle forze del mio governo. Perché dovrei sentirmi commissariato? Salvini ha proposto una flat tax da 30 miliardi? Non abbiamo ancora iniziato a discutere della manovra economica. Riguardo le nomine nella Commissione, abbiamo chance perché l’Italia abbia il ruolo che merita.” Dunque molti temi ancora da discutere sui quali però Conte non si sente comprimario nonostante il pieno di voti fatto da Salvini.

Ultime notizie, Salvini: “Piano da 30 miliardi per la flat tax”

Ma nella sua consueta diretta Facebook il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha rilanciato pesantemente proprio sul tema flat tax, che assieme alla Tav rappresenta ora la priorità per la Lega nell’azione di governo: “Lo spread aumenta perché c’è chi tiene sotto scacco l’Italia e vuole che resti ancorata a regole vecchie. L’Italia ha un’economia sana. Gli italiani devono essere messi in grado di competere. Siamo tutti uguali? Non si capisce perché qualcuno debba speculare sulla pelle del Paese e degli italiani e qualcun altro debba pagarne le conseguenze. Signori di Bruxelles è finito il tempo delle letterine, dei richiami, del ‘tu sei stato cattivo e vai dietro alla lavagna e rimani precario o disoccupato per 10 anni perché è questa la regola europea’. Riprendiamoci il diritto alla crescita e al futuro.

Ultime notizie, Serie A: impazza il mercato degli allenatori

Sono giorni febbrili per il mercato degli allenatori in Serie A, con tante caselle ancora scoperte tra le più importanti squadre. La Juventus sembra aspettare Maurizio Sarri dopo la finale di Europa League in programma stasera a Baku tra Chelsea ed Arsenal. L’Inter ha scelto Antonio Conte, che sbarcherà a Milano probabilmente domani, mentre il Milan ha dato il benservito a Gattuso e punta Simone Inzaghi, con la Lazio che potrebbe clamorosamente puntare sull’ormai ex milanista se il suo tecnico decidesse di partire. Svolta importante in casa Atalanta, con Gasperini che dovrebbe accettare la proposta del presidente Percassi e guidare la squadra anche l’anno prossimo in Champions League. Questo farebbe saltare l’ormai annunciato arrivo di Gasperini alla Roma, che dovrebbe a questo punto ripiegare su uno tra Giampaolo, Allegri o un clamoroso ritorno di Spalletti.

Ultime notizie, stasera a Baku la finale di Europa League

Primo titolo europeo in palio questa sera a Baku, in Azerbaigian. La finalissima di Europa League tutta inglese tra Chelsea ed Arsenal farà da antipasto a quella di Champions League, l’anno prossimo, sempre tutta inglese tra Liverpool e Tottenham. Maurizio Sarri sogna di essere il primo allenatore italiano a tornare a vincere una competizione europea dai tempi di Carlo Ancelotti col Real, ma nella rifinitura di martedì ha perso le staffe per un battibecco in campo tra Higuain e David Luiz. Un momento di nervosismo con la Juve sullo sfondo, col tecnico toscano che sembra in pole position ormai per andare ad allenare i bianconeri. L’Arsenal conta sullo specialista Unay Emery, che ha vinto l’Europa League già in tre occasioni quando allenava il Siviglia.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA