ULTIME NOTIZIE/ Ultim’ora oggi, Messina: 4-5 morti in esplosione (20 novembre)

- Fabio Belli

Ultime notizie e ultim’ora di oggi, mercoledì 20 novembre 2019: esplosione in una fabbrica a Barcellona Pozza di Gotto, ci sono vittime.

ultime notizie
Immagine di repertorio (Pixabay)

Dramma a Barcellona Pozzo di Gotto, provincia di Messina: come riporta la stampa locale, ci sono morti in seguito ad un’esplosione in una fabbrica di giochi d’artificio. Il fatto è stato registrato intorno alle ore 16.30 in località Femminamorta: un incidente gravissimo, secondo quanto riporta Messina Today si parla di 4-5 vittime ma sono attese conferme dalle autorità. Due i feriti, in condizioni gravi all’ospedale Fogliani di Milazzo. Il boato dell’esplosione è stato talmente forte da far tremare vetri e muri delle abitazioni circostanze. Rai News sottolinea che, in base ad una prima ricostruzione, nell’edificio erano in corso interventi di manutenzione. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

Ultime notizie, Ponte Morandi: incidente sul lavoro, 3 feriti

Incidente sul lavoro, fortunatamente senza gravi conseguenze, avvenuto stamane a Genova, nei pressi dell’immenso cantiere del Ponte Morandi. Come riferito poco fa dai colleghi dell’agenzia Ansa nella sua edizione online, un’enorme gru si è inclinata su se stessa, ferendo tre persone. Tre operai che stavano lavorando alla ricostruzione del viadotto sul Polcevera sono rimasti leggermente contusi, e nessuno di loro è stato comunque ricoverato: i tre se la sono infatti cavata con delle cure mediche sullo stesso luogo di lavoro. In corso tutti gli accertamenti del caso per cercare di capire cosa sia accaduto con esattezza, e gli operai stanno lavorando per rimettere in sicurezza l’area “incidentata”. L’enorme gru di diverse tonnellate, una volta che si è inclinata, si è appoggiata su uno degli impalcati che si trovano a terra, e dovrà essere raddrizzata con un’altra gru. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, Daphne Caruana Galizia, arrestato mandante omicidio

È stato arrestato questa mattina il mandante dell’omicidio di Daphne Caruana Galizia, la giornalista di Malta uccisa in un attentato nell’ottobre 2017 nella capitale La Valletta: dopo la svolta avvenuta ieri con l’arresto del possibile intermediario, oggi la seconda e più importante novità sull’inchiesta che da mesi prova a risalire ai mandanti dell’attentato. Si tratta di Yorgen Fenech, amministratore delegato del Tumas Group, gestore dei più importanti casinò di Malta oltre ad essere il direttore generale della centrale elettrica a gas dell’isola; proprio sulle possibili tangenti legate ai suoi affari la giornalista aveva indiziato ad indagare prima di essere ammazzata. Non solo, secondo gli inquirenti Fenech è il proprietario della società con sede a Dubai 17Black, individuata da Daphne Caruana Galizia come il “veicolo” utilizzato per il pagamento di tangenti a due membri del governo laburista maltese, tuttora in carica (il ministro Konrad Mizzi e il capo di gabinetto Keith Schembri). (agg. di Niccolò Magnani)

Scontro diplomatica Usa-Cina su Hong Kong

Scontro diplomatico fra la Cina e gli Stati Uniti. A Pechino non hanno infatti preso bene la decisione del senato Usa di approvare lo “Hong Kong Human Rights and Democracy Act”, una serie di norme a sostegno dei manifestanti pro-democrazia, scesi in piazza in quel di Hong Kong ormai da sei mesi a questa parte. Il portavoce del ministero degli esteri cinese, Geng Shuang, ha fatto sapere che la Cina “condanna con forza e si oppone con determinazione alla mossa Usa che è una interferenza negli affari interni della Cina. Chiediamo alla parte Usa – ha aggiunto – di dare uno sguardo chiaro alla situazione e di prendere misure che evitino che il provvedimento diventi legge e di fermare le interferenze negli affari interni di Hong Kong, evitando di accendere un fuoco che brucerebbe solo se stessi. La Cina – ha proseguito il politico cinese – prenderà di sicuro forti misure per opporsi risolutamente al fine di tutelare sovranità, sicurezza e sviluppo nazionali”. Da Pechino parlano di grave violazione delle leggi internazionali, e condannano fermamente l’atto Usa, opponendosi con forza. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, Conte: “imponente abbassamento tasse”

Secondo le ultime notizie, in seguito alla denuncia presentata presso la Procura di Taranto, la Guardia di Finanza in mattinata ha effettuato un accesso presso gli uffici dell’amministrazione del colosso industriale ArcelorMittal. Le forze dell’ordine hanno acquisito tutti i documenti indispensabili per l’inchiesta iniziata. La querela contro ignoti per le ipotesi di “reato di distruzione di mezzi di produzione e di appropriazione indebita” era stata presentata dai legali dei commissari straordinari. Sono state avviate contestualmente indagini anche a Milano per i reati di sottrazione di beni derivanti dall’istanza di fallimento. In particolare i commissari lamentano che nel magazzino siderurgico mancherebbero dei beni presenti al momento della consegna. Nell’attesa dell’esito dell’ordinanza dei giudici sul ricorso presentato dai legali dei commissari straordinari contro l’ex Ilva, continuano le proteste delle varie aziende contro il colosso industriale ex Ilva per il ritardo dei pagamenti dei lavori.

Ultime notizie, Conte “imponente abbassamento delle tasse”

Il presidente del Consiglio su di un social network ha reclamato il buon lavoro dei ministri in merito agli accorgimenti adottati per favorire lo sviluppo economico dell’Italia. Si è partiti dalla diminuzione dell’imposizione dei tributi per i privati e per le società. Con la nuova manovra economica il governo ha evitato un aumento delle tasse a carico degli italiani pari a 23 miliardi di euro. Tradotto in altre parole, ogni cittadino risparmierà circa 540 euro all’anno, un obiettivo che non si era raggiunto con i precedenti governi. Con l’abbassamento della tassazione sul reddito dei lavoratori si è ridotto il cuneo fiscale di tre miliardi. Conte ha poi elencato una serie di provvedimenti presentati al Parlamento per favorire ogni famiglia italiana, pur ribadendo con fermezza la lotta contro l’evasione fiscale. Chiudendo il discorso, il premier ha confermato la riduzione dell’imposizione fiscale, anche per quanto concerne la questione delle auto aziendali.

Ultime notizie, tonnellate di plastica sul lungomare di Napoli

Nella scorsa settimana la mareggiata ha portato sul lungomare di Caracciolo tonnellate di plastica e di spazzatura. La Rotonda Diaz è diventata una discarica a cielo aperto. A peggiorare la situazione è stata la fuoriuscita delle acque nere e acque bianche sul lungomare, pur essendo stato revisionato di recente l’intero sistema di fognatura a sistema misto della città. Al mattino i turisti e i residenti si sono trovati di fronte ad uno scenario orribile e ripugnante. In seguito al tempestivo intervento di natura tecnica dell’Area Tutela del Territorio, del Servizio Tutela del Mare, la Rotonda Diaz sta tornando al suo originale splendore. Rispetto alla giornata di ieri la situazione è fermamente cambiata in meglio e ciò grazie anche all’intervento provvidenziale degli operatori ecologici preposti alla pulizia urbana che hanno rimosso senza sosta i rifiuti imbarazzanti di grosse e piccole dimensioni. Oggi il lungomare risulta ripulito al 90 %. Purtroppo fino a venerdì sono previste forti precipitazioni e mare mosso nel golfo di Napoli. Non si esclude un nuovo intervento di pulizia su tutto il lungomare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA