Ultime notizie/ Oggi ultim’ora, Nadef in Cdm: “Pil Italia 6%, deficit al 9,5%”

- Andrea Murgia

Ultime notizie, ultim’ora oggi 28 settembre 2021: domani in CdM arriva il NaDef con le voci su Pil Italia e deficit. Possibile conferenza stampa Draghi-Franco

Mario Draghi
Il premier Mario Draghi (LaPresse)

Ultime notizie, domani Nadef in Cdm

È quasi pronto il Nadef per sbarcare domani in Consiglio dei Ministri: la Nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza: convocato alle ore 9.30 la riunione del Governo Draghi, oggi sono stati anticipati alcuni dei temi nella Cabina di regia a Palazzo Chigi col Premier e il Ministro dell’Economia Daniele Franco.

«Una crescita per l’anno in corso stimata al 6% e un deficit che si attesta al 9,5%. Un punto di Pil da spendere tra il 2022 e il 2024, per spingere ripresa e crescita», sono questi i numeri raccolti dall’Adnkronos che potrebbero essere inseriti nella Nota al Def in arrivo domani in CdM. Non vi sarebbero invece accenni alla riforma del catasto e neanche alla delega fiscale, quasi sicuramente in slittamento dopo le Elezioni Amministrative del 3-4 ottobre. Secondo quanto apprende l’ANSA domani dopo il Consiglio dei Ministri potrebbe esserci una conferenza stampa con Draghi e Franco per illustrare le nuove voci interne al Nadef. (agg. di Niccolò Magnani)

Ultime notizie, intervento di Draghi a l’Aquila

“La città dell’Aquila ha scelto di affidare la memoria del terremoto non a un tradizionale monumento, ma a un parco. A uno spazio aperto che è simbolo del vuoto lasciato da chi è morto in quella terribile notte. Ma questo spazio aperto è anche simbolo di pienezza. Sarà riempito da tutte le famiglie e i bambini che giocheranno tra queste aiuole e tra queste fontane. È il simbolo della vita che deve rinascere traendo forza dalla memoria di una tragedia. Oggi ci sono finalmente le condizioni per farlo”.

Così ha parlato Mario Draghi, presidente del consiglio, presente stamane a L’Aquila per l’inaugurazione del Parco della Memoria in ricordo delle 309 persone che persero la vita il 6 aprile del 2009 dopo il terribile sisma di quell’anno. “Le 309 vittime sono 309 angeli”, ha continuato Draghi che ha poi ha sottolineato che “la mia presenza qui serve a ribadire il dovere del ricordo. Il terremoto deve essere memoria collettiva dell’Italia e del mondo”. Quindi ha concluso: “il terremoto è una ferita profonda inferta alla comunità, non possiamo e non dobbiamo dimenticare”, e che “il governo deve avere la responsabilità dell’azione”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie: cresce capienza teatri, cinema e stadi

Nelle ultime notizie di oggi, la capienza di teatri, cinema e stadi che aumenta. Il Comitato tecnico scientifico ritiene che si possa “procedere con graduali riaperture degli accessi di persone munite di green pass per cinema, teatri, sale da concerto”. Previsto, in particolare, “un aumento della capienza massima delle strutture al 100% all’aperto e all’80% al chiuso (stadi al 75) in zona bianca. Tale indicazione potrà essere rivista nell’arco del prossimo mese”. Il Cts raccomanda poi che siano rispettate le indicazioni sull’uso delle mascherine durante tutte le fasi degli eventi, che sia posta massima attenzione alla qualità degli impianti di aereazione e che ci sia la vigilanza sul rispetto delle indicazioni.

Nel bollettino del Coronavirus del Ministero della Salute, sono 1.772 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 3.099. Sono invece 45 le vittime in un giorno (ieri erano state 44).Sono 124.077 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 276.221. Il tasso di positività è del 1,4 %, in aumento rispetto al dato di ieri.Sono 488 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid (+5 in 24 ore). Gli ingressi giornalieri sono 29 (ieri erano 22). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 3.487 (ieri 3.435), ovvero 52 più di ieri.

Ultime notizie, Luca Morisi indagato per droga

Luca Morisi, ideatore della campagna social della Lega guidata da Matteo Salvini, è indagato dalla procura in Veneto per cessione di stupefacenti. Dopo una perquisizione, nella sua abitazione di Verona sarebbero state trovate alcune dosi. Morisi aveva lasciato l’incarico di capo della comunicazione social del segretario della Lega alcuni giorni fa “per questioni familiari”. All’Ansa il procuratore della Repubblica di Verona Angela Barbaglio ha detto che “Morisi è iscritto nel registro degli indagati per supposta cessione di sostanza stupefacente, sulla cui natura si attende ancora l’esito delle analisi”. 

Sarebbe stata trovata anche della cocaina, in piccola quantità compatibile con l’uso personale, nell’appartamento di Luca Morisi perquisito alcune settimane fa dai carabinieri. Lo apprende l’ANSA da fonti vicine all’inchiesta. Morisi ha chiesto scusa al partito, al suo segretario e ai suoi familiari: “Non ho commesso alcun reato, ma la vicenda personale che mi riguarda rappresenta una grave caduta come uomo”. Matteo Salvini ha scritto: “Quando un amico sbaglia e commette un errore che non ti aspetti, e Luca ha fatto male a se stesso più che ad altri, prima ti arrabbi con lui, e di brutto. Ma poi gli allunghi la mano, per aiutarlo a rialzarsi. Amicizia e lealtà per me sono la Vita. In questa foto avevamo qualche anno e qualche chilo in meno, voglio rivederti presto con quel sorriso. Ti voglio bene amico mio, su di me potrai contare. Sempre”.

Ultime notizie, elezioni in Germania vinte da Spd

Nelle elezioni in Germania, l’Spd ha strappato il primo posto con il 25,7% e Olaf Scholz ha rivendicato il mandato a costruire un governo cosiddetto ‘semaforo’, insieme a Verdi (14,8%) e Liberali (11,5%). “Con il 25% non si può rivendicare la cancelleria”, è la risposta di Armin Laschet della Cdu (secondo partito con il 24,1%) che invita “all’umiltà“. Markus Soeder, presidente degli alleati bavaresi della Csu, si è smarcato: “Per l’Unione è una sconfitta, chi perde così tanti voti non può dire altro che questo. E da secondi non si può pretendere, ma solo fare un’offerta per il governo”.

“Gli elettori hanno dato forza a tre partiti: Spd, Verdi e Fdp. Questi hanno un mandato chiaro a costruire il prossimo governo”, ha invece sottolineato Scholz in uno discorso. “Stanotte ho dormito bene – ha aggiunto -. Quando mi sono svegliato ho riguardato i dati e me ne sono rallegrato di nuovo”. I socialdemocratici hanno conquistato oltre 5 punti rispetto al 2017, mentre i conservatori ne hanno persi quasi nove. Tra gli altri partiti, l’Afd ha ottenuto il 10,3% mentre la Linke un basso 4,9% con cui resterà comunque nel Bundestag grazie ai tre collegi vinti, che le assicurano anche il recupero della quota proporzionale di seggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA