ULTIME NOTIZIE/ Ultim’ora oggi Caserta, esplosa palazzina: anziana trovata viva

- Davide Giancristofaro Alberti

Ultime notizie, ultim’ora oggi. Paura stamane a Caserta dove una palazzina è esplosa su se stessa: individuata sotto le macerie un’anziana

palazzina Caserta 2021 storie 640x300
Palazzina crollata a Caserta (Storie Italiane)

Esplosione enorme in quel di Caserta. Stamane, poco dopo le ore 6:30, si è sentito un forte boato e una piccola palazzina è crollata. Per il momento non si registrano vittime, mentre è stata individuata una signora anziana, che sarebbe ancora in vita, mentre manca ancora all’appello il marito. Storie Italiane ha intervistato un giovane studente che si sarebbe dovuto trasferire proprio nell’abitazione esplosa nella mattinata di oggi: “Era tutto pronto, mancava il materasso che sarebbe stato in consegna stamattina, e se lo avessero consegnato già stavamo dentro come inquilini”.

“Ho pensato al peggio – ha continuato – per le persone che ci sono dentro, dispiace perchè sono brave persone davvero. Mi sento un po’ un sopravvissuto, un miracolato. Davvero una brutta situazione, sperando che i coniugi escano coscienti, riescano a tirarli fuori vivi, mi ha scosso davvero molto. Avere una chiamata alle 6:00 di mattina, è esploso il tuo palazzo, non è una cosa da tutti i giorni”. Al momento si parla di una fuga di gas, ma il giovane ha spiegato: “I controlli effettuati negli scorsi tempi non hanno evidenziato anomalie”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, restrizioni no vax: governo ci pensa

Si fa sempre più strada l’ipotesi di un lockdown per i no vax nel caso in cui i contagi dovessero tornare a salire. L’idea su cui sta lavorando il governo non è quella di una chiusura in stile Austria, quindi i non vaccinati esclusi in toto dalla vita sociale, bensì delle restrizioni solamente in zona arancione e rossa. Ad accennarlo ieri è stato il sottosegretario alla salute, Pierpaolo Sileri, che intervistato da Radio Cusano Campus ha spiegato: “Lockdown per non vaccinati? Non è la strategia da attuare con i numeri odierni, può essere valutata in caso di passaggio in zona arancione. Al momento non vi è motivo di fare restrizioni per i non vaccinati. Va tenuta sul tavolo, come tante altre opzioni, ma la situazione, è sotto controllo”. Secondo il presidente della Regione Marche Francesco Aqauroli, ulteriori restrizioni per i no vax non sarebbero utili: “perché anche se il contagio ha ripreso a correre siamo in una fase diversa dallo scorso anno”. Vedremo cosa deciderà nei prossimi giorni l’esecutivo. Sul fronte dei numeri in Italia si sono registrati ieri 10.638 nuovi positivi e 69 decessi, a fronte dei 10.172 contagi e 72 morti di ieri. L’indice di positività scende all’1,7%. Nell’ultima settimana i nuovi casi Covid sono aumentati del 32% ma fortunatamente con un impatto ancora contenuto sul sistema ospedaliero, che regge bene grazie all’elevato numero di vaccinati. Per frenare la curva Gimbe prospetta di ridurre la validità del Green Pass.

Ultime notizie, cdm approva decreto Assegno Unico Figli

E’ stato approvato nella giornata di ieri in cdm il decreto che prevede la misura dell’assegno unico per i figli. Ora dovrà passare alle varie commissioni delle Camere prima del via libero definitivo ma se tutto andrà per il verso giusto dovrebbe entrare in vigore a partire dal marzo del 2022. L’assegno prevede per ogni figlio minorenne 175 euro mensili, per chi rientra nella categoria con l’Isee più basso, inferiore ai 15mila euro. Salendo con l’Isee si riduce gradualmente l’importo fino alla cifra di 50 euro per ogni figlio per chi ha una situazione economica di 40.000 euro. L’assegno verrà corrisposto dal settimo mese della gravidanza fino a che il figlio non avrà compiuto i 21 anni di età, sempre che lo stesso sia comunque impegnato negli studi o disoccupato, o abbia un reddito inferiore agli 8mila euro annui. La misura si ridurrà quando il figlio diventerà maggiorenne, e l’assegno sarà pari a 85 euro al mese, sempre per gli Isee più bassi, diminuendo a 25 euro per gli Isee da 40mila euro. Sono previste maggiorazioni per chi ha più di un figlio, 85 euro in più fino a tre figli, mentre per i nuclei con quattro figli in su, l’assegno verrà maggiorato di 100 euro.

Ultime notizie, alta tensione in Ucraina e Cina

Alta tensione in Ucraina e in Cina nelle ultime ore. Partiamo dall’ex nazione dell’Unione Sovietica che ha chiesto maggiori aiuti militari agli alleati occidentali, dopo aver espresso preoccupazione per quanto riguarda i movimenti delle truppe russe lungo il confine. Parlando con i giornalisti il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha dichiarato che Kiev vorrebbe il sostegno politico ma anche accordi sulla “fornitura di ulteriori armi di difesa per il nostro esercito”. La Cina, invece, ha comunicato tutta la sua irritazione dopo che due navi di rifornimento filippine diretto presso i marines di stanza a Manila, sono entrate nelle acque del mar cinese meridionale “senza il consenso della Cina”, e spingendo la guardia costiera “ad agire legalmente per tutelare la sovranità della Cina”. Zhao Lijian, portavoce del ministero degli Esteri, ha risposto alle accuse del ministro degli esteri filippino, Teodoro Locsin, spiegando che “allo stato, l’area intorno al Second Thomas Shoal è generalmente pacifica, e Cina e Filippine stanno mantenendo le comunicazioni”.

Ultime notizie, Balotelli chiama Mancini

Si candida per la nazionale italiana di calcio Mario Balotelli. Il centravanti di proprietà del club turco dell’Adena Demirspor ha rilasciato nella giornata di ieri un’intervista ai microfoni di Owc Sport, in cui ha appunto offerto le sue prestazioni al commissario tecnico Roberto Mancini, in vista degli impegni dei playoff per il mondiale in Qatar. Alla luce della crisi del reparto d’attacco azzurro, Super Mario ha spiegato: “Con Mancini ho un ottimo rapporto, l’ho sempre avuto. Lui mi ha detto con chiarezza quello che vuole da me per tornare in azzurro“. E ancora: “Sarebbe un sogno, andrei a piedi dalla Turchia pur di essere chiamato a marzo. Se io sto bene perché non dovrebbe convocarmi?”. Chissà se Roberto Mancini terrà seriamente in considerazione tali dichiarazioni o meno: lo scopriremo quando verranno convocati i giocatori per gli insidiosi playoff.

Ultime notizie, covid: allarme rosso in Europa

La pandemia da Covid 19 ha ripreso la sua corsa e l’Europa si trova nel pieno della quarta ondata. In Germania nelle ultime 24 ore si sono registrati 65.371 nuovi positivi e 264 decessi, con la cancelliera Merkel che ha parlato di situazione drammatica. Le autorità sanitarie sono molto preoccupate e temono un Natale terribile se non si invertirà la tendenza. Grave anche la situazione in Austria, dove è in vigore da Lunedì un lockdown mirato unicamente ai non vaccinati. Il modello austriaco suscita accesi dibattiti e molti paesi, tra i quali l’Italia, stanno valutando se adottare soluzioni simili per salvare le festività natalizie. Ma c’è anche una bella notizia: dopo 18 mesi di stop causa Covid 19 riapre il Crazy Horse, storico locale di Parigi che ha compiuto 70 anni.

Ultime notizie, perquisizioni no vax e non green pass: 29 fermi

La polizia ha effettuato perquisizioni su tutto il territorio nazionale fermando 29 appartenenti a gruppi No Vax e No Green pass molto attivi sui social. Tra i reati contestati ci sono quelli di associazione per delinquere e interruzione di pubblico servizio. Gli organizzatori reclutavano proseliti sul web e li addestravano per compiere sabotaggi e azioni di vandalismo contro i centri vaccinali.

Ultime notizie, femminicidio a Modena

Nuovo femminicidio in provincia di Modena dove una donna è stata assassinata dal marito che poi ha cercato di togliersi la vita. Soltanto due giorni fa a Sassuolo un uomo aveva sterminato la famiglia uccidendo moglie, figli e suocera.

Ultime notizie, incidente a Parma: 17enne morto

Un pulmino che trasportava ragazzi disabili si è scontrato con un treno regionale vicino a Parma. Un diciassettenne è morto e 3 giovani sono rimasti feriti.

Ultime notizie, Nada Cella: dopo 25 anni nuove intercettazioni

A distanza di 25 anni emergono nuove intercettazioni audio che potrebbero fare luce sull’omicidio di Nada Cella, la segretaria uccisa nel 1996 all’interno dello studio del commercialista presso cui lavorava.

© RIPRODUZIONE RISERVATA