Ultime notizie/ Ultim’ora di oggi: bomba Firenze, condannati 3 anarchici (22 luglio)

- Jacopo D'Antuono

Ultime notizie, ultim’ora di oggi: bomba Firenze, condannati 3 anarchici. Non per tentato omicidio, bensì per lesioni gravissime (22 luglio 2019)

processo_aula_tribunale_legge_giudici_carabinieri_lapresse_2017
Tribunale (Foto: LaPresse)

Tre dei quattro anarchici accusati di aver ferito l’artificiere Mario Vece sono stati condannati dalla Corte di Assise di Firenze. Il poliziotto fu investito dall’esplosione di una bomba artigianale la notte di Capodanno 2017 a Firenze. I giudici hanno però riqualificato il reato di tentato omicidio in quello di lesioni personali gravissime. E quindi hanno inflitto una pena di 9 anni e 6 mesi a Pierloreto Fallanca, 9 anni 10 mesi e 15 giorni a Giovanni Ghezzi e 9 anni a Salvatore Vespertino. È stato assolto invece Nicola Almerigogna per non aver commesso il fatto. Come riportato dall’Ansa, le condanne sono state emesse nell’ambito del processo a carico di 28 esponenti di area anarchica, accusati a vario titolo anche di diversi altri reati, come associazione a delinquere, manifestazione non preavvisata, imbrattamento, danneggiamento, resistenza a pubblico ufficiale. La lettura della sentenza è stata interrotta da cori e urla degli anarchici presenti in aula, che sono stati sgomberati e poi riuniti davanti al tribunale. (agg. di Silvana Palazzo)

Ultime notizie: treni sospesi, traffico in tilt

Caos treni stamane dopo che un incendio doloso alle porte di Firenze ha provocato ritardi esagerati sulla circolazione ferroviaria. Come sottolinea Repubblica, l’Italia è praticamente spezzata in due, a causa di alcune fiamme che hanno appunto messo in ginocchio il sistema ferroviario dal nord al sud del paese. Per chi da Milano e Napoli volesse raggiungere Firenze, dovrà aspettare almeno 180 minuti di ritardo, tre ore. I convogli sono ripartiti dalle ore 8:00 di stamane, ma l’intera programmazione ferroviaria ha dovuto subire delle importanti modifiche, compresa l’alta velocità. Sarà quindi una giornata di passione, soprattutto per i vacanzieri che avevano scelto la giornata odierna per raggiungere le mete turistiche. L’allarme è scattato attorno alle ore cinque di questa mattina, dopo un incendio ad una cabina elettrica dell’alta velocità in quel di Rovezzano, la periferia di Firenze. Un vero e proprio attentato incendiario che ha mandato in tilt l’intero servizio ferroviario. Secondo una prima ricostruzione, non è da escludere che questo atto criminale sia da associare al processo che si chiuderà oggi a Firenze contro 28 giovani anarchici. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie: scontro NoTav, paura terrorismo in Egitto

Ultime notizie: attivisti No Tav tentano di sfondare cancellata nei pressi del cantiere di Chiomonte in Valle di Susa, scontrandosi con la polizia che per respingerli ha dovuto fare ricorso agli idranti. “Non molleremo mai – hanno fatto sapere i No Tav – Forse pensavano di avere intimidito qualcuno con le denunce di ieri a mezzo stampa, ma anche questa notte un grande falò ha indicato il cammino e dei fuochi sono caduti sul cantiere. Non molleremo mai”. Per evitare il loro ingresso nel cantiere, le forze dell’ordine hanno allestito una cancellata metallica che i No Tav avrebbero poi tentato di sfondare con un robustissimo tronco. Poi una pioggia di pietre, petardi e bombe che hanno causato persino un incendio. Puntuali le dichiarazioni del ministro dell’interno, Matteo Salvini: “Basta ambiguità, nessuna tolleranza verso i criminali. Chi attacca la polizia e il cantiere della Tav in Valsusa attacca tutta l’Italia: le divise sono il simbolo di chi difende la sicurezza dei cittadini perbene, l’Alta Velocità è l’emblema di un Paese che vuole andare avanti e non indietro. Nessuna tolleranza per i criminali, mi aspetto condanne inequivocabili da tutti gli schieramenti politici”.

Ultime notizie: No Tav, Meloni e M5S solidali con forze dell’ordine

Movimento Cinque Stelle e Giorgia Meloni uniti nel messaggio di solidarietà rivolto alle forze dell’ordine dopo gli scontri tra la polizia e i No Tav. Il leader di Fratelli di Italia ha manifestato tutta la sua amarezza per l’accaduto: “Piena solidarietà di Fratelli d’Italia alle nostre Forze dell’Ordine, aggredite in Val di Susa dai soliti violenti: idioti che non sanno nemmeno cosa sia il Tav ma per i quali ogni scusa è buona per sfogare tutta la loro stupidità e intolleranza. Spero che per questi personaggi che offendono i nostri uomini e donne in divisa ci sia una pena esemplare e soprattutto spero che questa volta il Pd e il M5S condannino questa gente, perché per ora stanno zitti e come sempre fingono di non vedere. Chi tace è complice”. Sdegno a cinque stelle per quanto accaduto nella giornata di ieri, con un tweet chiaro del capogruppo M5S Francesco D’Uva: “Da sempre condanniamo ogni forma di violenza e continueremo a farlo. Ognuno è libero di esprimere la propria idea, ma senza usare violenza”

Ultime notizie: donna muore in ospedale a Cosenza, alpinista ferito in Pakistan

E’ venuta a mancare all’età di cinquantasette anni una donna di Cosenza, che si trovava al Pronto soccorso dell’ospedale Annunziata. La cinquantasettenne è rimasta in attesa per alcune ore, poi la tragedia. Dopo il decesso siti e giornali riportano la protesta avviata da alcuni familiari della donna, che sono stati placati solo con l’arrivo dei carabinieri. Per quanto accaduto in ospedale i parenti hanno deciso di presentare una denuncia al Posto fisso di polizia dell’ospedale chiedendo che siano accertate le responsabilità. Tra le altre notizia di cronache il caso dell’alpinista rimasto ferito in Pakistan. Francesco Cassardo, alpinista torinese che si è infortunato sul Gasherbrum VII, è stato tratto in salvo dai soccorritori, che lo hanno portato ad una quota più bassa rispetto al previsto. Infatti, dopo aver raggiunto il luogo indicato dall’alpinista, i soccorritori hanno deciso di procedere con la discesa producendo “uno sforzo incredibile” per riuscire nel loro intento.

Ultime notizie, allarme terrorismo in Egitto: le decisioni delle compagnie aeree

E’ tornata la paura terrorismo nei cieli egiziani e alcune note compagnie aeree hanno riesaminato accorgimenti sulla sicurezza dei proprio voli. Come la British Airlines, che ha deciso di sospendere i voli con collegamenti con Il Cairo per scopo precauzionale. “Riesaminiamo costantemente gli accorgimenti sulla sicurezza dei nostri aeroporti in giro per il mondo e abbiamo sospeso i collegamenti con il Cairo per sette giorni a scopo precauzionale, in modo da consentirci ulteriori valutazioni”, le parole di un portavoce della compagnia. “La tutela e la sicurezza dei nostri passeggeri ed equipaggi sono sempre una priorità per noi e non non faremmo mai volare un aereo a meno non che sia sicuro”, ha aggiunto il portavoce di British Airlines. Diversa la situazione per Lutfthansa, che dopo un solo giorno di sospensione ha ripreso i suoi voli verso Il Cairo. La decisione è arrivata in un momento di grande tensione in Medio Oriente, a seguito del sequestro di una nave inglese da parte dei pasdaran iraniani nello Stretto di Hormuz.

© RIPRODUZIONE RISERVATA