UMBERTO TOZZI, TOP DIECI/ “Ho raccolto fondi per il mio staff fermo da un anno”

- Hedda Hopper

Umberto Tozzi ospite a Top Dieci: il cantautore fa sapere di aver raccolto fondi per il suo staff fermo a causa del Covid.

Umberto Tozzi
Umberto Tozzi a Sanremo 2021

È Umberto Tozzi l’ospite speciale di questa puntata di Top Dieci, il varietà del venerdì sera di Rai1 che racchiude al suo interno il racconto dell’Italia del secolo scorso. Uno dei protagonisti di fine Novecento è stato proprio Tozzi, con i brani che gli sfidanti sono chiamati a mettere in ordine di successo basandosi unicamente sui loro ricordi. Non appena entra in studio, Carlo Conti si congratula con lui per aver organizzato un evento molto importante per far ripartire la musica. Il concerto è stato trasmesso in streaming da Monte Carlo: “Il mio scopo era cercare di raccogliere più fondi possibile per i miei musicisti, per il mio staff, che è fermo da un anno”, spiega Tozzi. Si parte con la ‘sua’ personale ‘top dieci’, o meglio con un elenco sconnesso delle cose che ama di più. Il piatto preferito? “Gli ziti al ragù veri, napoletani, fatti da Anna Tatangelo (anche lei ospite della serata, n.d.r.)”. Località che preferisce? “Quand’ero ragazzo adoravo Parigi, ma adesso sto molto bene a Monaco”. (agg. di Rossella Pastore)

Umberto Tozzi ospite a Top Dieci di Carlo Conti

Umberto Tozzi è uno dei cantanti più famosi in Italia e non solo e questa sera sarà sul palco di Top Dieci per allietarci con i suoi successi e mettersi in gioco nel programma di Carlo Conti come super ospite. Da Gloria a Ti Amo,  da Gente di mare a tanti altri successi, sicuramente è lui uno dei cantautori più amati anche all’estero tanto che proprio al sua canzone era finita a fare da colonna sonora a Trump con tanto di polemiche e relativa presa di distanza di Tozzi. Classe 1952, nato a Torino, Umberto Tozzi ha messo insieme una serie di successi sin da quando, a soli tredici anni, ha cominciato a studiare chitarra e per poi lanciare tra gli anni ’70 e gli anni ’80 i suoi successi. Alla fine però nella sua vita non c’è stata solo la musica e non ci sono stati solo degli alti ma anche dei bassi.

Umberto Tozzi “Ero quasi finito sul lastrico ma poi..”

In particolare, il cantante in passato è stato legato a Serafina Scialò (trovata morta in casa a Udine nel gennaio dello scorso anno) e proprio lei è rea, ad un certo punto, di aver portato via ad Umberto Tozzi molti soldi lasciandolo quasi sul lastrico. Lui stesso ci ha tenuto a precisare di non aver mai sposato la sua ex e poi ha rilanciato a Il Corriere della sera spiegando: “Avrei potuto mandarla in galera per i soldi di cui si è appropriata. A suo tempo le avevo firmato due assegni in bianco per pagare dei fornitori. Lei li mandò all’incasso: uno era di 100 milioni, l’altro di 350 milioni di lire”. Questa storia è ormai un lontano ricordo ma sicuramente la vita di Tozzi è fatta di tante sfumature, le stesse che ha messo nella sua musica.



© RIPRODUZIONE RISERVATA