Una Vita/ Anticipazioni puntata 29 gennaio: Felipe in prigione per una notte

- Alessandro Nidi

Una Vita, anticipazioni puntata 29 gennaio: Felipe è furioso e si fa sbattere in cella per una notte, Laura prova a sviare le indagini…

Una vita logo Wikipedia 640x300

Una Vita, anticipazioni puntata 29 gennaio

Nella puntata di sabato 29 gennaio di “Una Vita“, sbattuta in prigione per l’omicidio di Marcia, la Salmeron non si dà per vinta e mette subito a segno un fortunato piano per salvarsi la vita e tornare libera. Felipe è furioso: non ha accolto con favore la notizia della grazia ed è addirittura finito dietro le sbarre per una notte. Rassegnato, alla fine, ha deciso di prendere le distanze dalla donna, chiedendo l’annullamento del matrimonio. Mendez spera ancora di poter riuscire a frenare la corsa di Genoveva, incriminandola per un secondo omicidio, quello di Velasco. Il commissario è infatti convinto che la Dark Lady sia coinvolta nella sparizione dell’avvocato. Genoveva è colpevole, ma solo dell’occultamento del cadavere, mentre a uccidere l’uomo è stata Laura. La domestica, ora che rischia la pena, potrebbe tentare di sviare le indagini…

Una Vita, dove eravamo rimasti

Nelle puntate precedenti di “Una Vita”, Rosina è molto spaventata per le richieste che Genoveva sembra volerle fare, in realtà vuole semplicemente che Casilda vada per qualche giorno a casa sua per occuparsi dell’appartamento, mentre la Salmeron trova un’altra domestica. La Rubio accetta subito perché si sente in colpa nei suoi confronti, visto che lei e Liberto stanno ospitando Felipe. Proprio l’Alvarez Hermoso stupisce Rosina visto che le fa trovare a casa un bellissimo regalo, ossia un prezioso ventaglio, per sdebitarsi per l’ospitalità che la donna gli sta dando, aggiungendo che se vuole lascerà subito la loro casa ma Rosina, dopo aver messo in chiaro che non intende rompere l’amicizia con Genoveva e che continuerà a frequentare la sua casa, dice all’avvocato che è sempre gradito a casa sua e che può restare tutto il tempo che desidera. Più tardi, quando la donna esce per una passeggiata con Susana, Felipe ne approfitta per ricevere a casa di Liberto il commissario Mendez che ha delle novità per quanto riguarda la posizione di Genoveva. Susana, invece, è convinta di aver visto una donna incappucciata entrare nell’appartamento dei Dominguez ma sia Alodia che Rosina provano a depistarla dicendole che ha immaginato tutto e che si trattava solo della domestica che aveva freddo.

Miguel partecipa ad un’altra riunione a casa di Marcos insieme ad Aureliano, ma questa volta la situazione degenera perché il giovane avvocato si schiera apertamente dalla parte di Marcos, dicendosi assolutamente contrario alla vendita di armi. Il Quesada va via infuriato e più tardi torna a casa di Marcos per dirgli a quattr’occhi che deve licenziare Miguel che vuole portare avanti la società insieme. Il Bacigalupe si rifiuta, così Aureliano fa una battuta infelice sulla compianta Felicia, mandando l’uomo su tutte le furie e spingendolo a prendere un tagliacarte con il quale lo minaccia. Solo l’arrivo di Soledad, che è sempre più vicina a Marcos, sembra scongiurare una tragedia. Roberto e Sabina si sono procurati una prima carica di dinamite per riuscire a completare lo scavo, ma il loro piano viene interrotto costantemente dai vicini. Questa volta arriva Cesareo che vuole sapere come procedono i lavori e vorrebbe chiacchierare della zia di Jacinto con la quale ha avuto uno spiacevole scambio di opinioni. Carmen e Ramon costringono Antonino ad ascoltare i loro consigli ma il giovane deputato comunica loro che la situazione con la moglie è degenerata in quanto Lolita ha deciso di mandarlo via di casa. Inizialmente il ragazzo non vorrebbe ma il padre e la matrigna gli consigliano di dare modo alla moglie di rasserenarsi un po’ e un breve periodo di lontananza non potrà che giovare al loro matrimonio.







© RIPRODUZIONE RISERVATA