Usa, Trump perde Virginia e Kentucky/ Nell’election day schiaffo Dem al tycoon

Usa, Trump perde gli stati della Virginia e del Kentucky nell’election day andato in scena nella giornata di ieri. Vittoria invece nel Mississippi

trump 3 lapresse1280
Il presidente americano Donald Trump (LaPresse)

Mancano ancora i dati ufficiali, ma stando a quanto riferito in queste ultime ore dai media americani e non, Donald Trump sembrerebbe essere destinato a perdere due delle tre elezioni avvenute in quel che viene definito il “Super Tuesday”, il martedì super di ieri, 5 novembre 2019. Come ricorda l’edizione online dell’agenzia Ansa, si tratta di un primo vero test per il tycoon a stelle e strisce, alla luce della questione impeachment che sembrerebbe farsi sempre più pregnante. Al momento, quindi, il presidente degli Stati Uniti sembra averne risentito, anche se la strada è ancora lunga, visto che alle elezioni presidenziali manca circa un anno. Resta il fatto che nello stato del Kentucky, il candidato dei Democratici, Andy Besherar, ha ottenuto il successo nei confronti del governatore uscente, il repubblicano Matt Bevin, anche se di pochissimo: 49.2%, contro il 48.9, praticamente una parità. Mancano ancora i dati ufficiali, come anticipato in apertura, ma se i numeri venissero confermati sarebbe un duro colpo per Trump, tenendo conto che nel Kentucky aveva il 30% di voti in più rispetto ad Hillary Clinton, e lunedì scorso aveva tenuto il suo ultimo comizio.

USA, TRUMP PERDE LA VIRGINIA: I DATI ELETTORALI, ANCORA PARZIALI

Vittoria certa dei Dem invece in Virginia, dove, dopo più di 20 anni sono tornati in parlamento. Il partito repubblicano aveva comunque una maggioranza risicata in questo stato, e nel 2016 perse di cinque punti durante lo scontro elettorale contro la Clinton. Situazione senza dubbio più favorevole a Trump nello stato del Mississippi, dove, con il 93% delle schede scrutinate, il candidato Rep, Tate Reeves, è in testa in tranquillità rispetto al rivale Jim Hood, attorney general anti abortista e pro armi, con il 52.7% dei voti, rispetto al 46% del rivale. Secondo una proiezione elaborata dalla Cnn, Reeves sarebbe già il vincitore, e il presidente si sarebbe già congratulato con lui via Twitter in queste ore. Anche in questo caso, comunque, i numeri devono fare preoccupare il tycoon, visto che nel 2016 Trump aveva vinto con un vantaggio del ben il 17% rispetto alla Clinton.



© RIPRODUZIONE RISERVATA