Vaccini, Lombardia quarta al mondo/ Moratti: “copertura record più di Ue e Usa””

- Niccolò Magnani

Lombarda quarta al mondo per copertura vaccini (dietro a Israele, Uk, Danimarca): Moratti, “record migliore di Ue, Usa e Italia”. I dati e i grafici

vaccini lombardia
Piano vaccini Lombardia: Guido Bertolaso, Attilio Fontana e Letizia Moratti (LaPresse, 2021)

«La Lombardia ha una copertura vaccinale tra le più alte al mondo. Per somministrazioni ogni 100mila abitanti dietro solo a Israele, Regno Unito e Danimarca»: l’annuncio arriva dalla vicepresidente e responsabile Welfare lombardo, Letizia Moratti. La Regione amministrata dal Centrodestra dopo un inizio al rallenti (con errori e ritardi sul vecchio sistema ARIA) ha ingranato eccome e la gestione Moratti-Bertolaso ha portato un risultato eccezionale nel giro di pochissimi mesi.

A livello nazionale, la Lombardia ha raggiunto per prima l’immunità di comunità (oltre il 70% con almeno una dose somministrata) e vede il 99,1% di percentuale di somministrazioni sulle dosi consegna (11.689.181 vaccinazioni alle ore 17 del 26 luglio 2021). Ma non solo, come riportano gli ultimi grafici di Regione Lombardia, la copertura vaccinale del territorio con il 73% appare tra le più alte al mondo: più alta di Austria e Svizzera (57% e 52%), Regno Unito al 68% e Israele al 66%, ma anche Usa e Ue con somministrazioni di una dose a circa il 56% della popolazione.

COPERTURA VACCINI IN LOMBARDIA: I NUMERI RECORD

In merito ai dati di “Our World in Data” sulle somministrazioni per 100 abitanti, il record della Lombardia giunge come quarto al mondo (115,43 su 100) appena dietro a Israele (127,64 su 100), UK (122,62), Danimarca (118,58), ma ben prima di tutti gli altri Paesi Ue, Italia compresa (106,65). «Grazie al lavoro svolto da medici, infermieri, forze armate, protezione civile e volontari, nei nostri centri vaccinali», sottolinea la vicepresidente Moratti illustrando i dati e i grafici aggiornati al mese di luglio. Mentre prosegue la campagna regionale, con iniziative per incentivare la vaccinazione degli over 60 (no prenotazione in tutti gli hub vaccinali), è stato presentato oggi un nuovo accordo raggiunto questa volta con la Regione Liguria: dal 30 luglio sarà possibile per i lombardi in vacanza nella vicina Liguria farsi somministrare una dose di vaccino anti-Covid. Il protocollo tra le due Regioni permetterà a chi passa l’estate in riviera – con un periodo di permanenza di almeno 15 giorni – di farsi somministrare il richiamo della vaccinazione nei centri più vicini al proprio luogo di villeggiatura: «la funzione sarà attiva da venerdì 30 luglio sul portale www.prenotovaccino.regione.liguria.it; per i cittadini liguri in Lombardia la funzionalità è già attiva dal 16 luglio scorso sulla piattaforma www.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it», spiega la Direzione generale Welfare della Regione Lombardia. Prosegue infine la reciprocità anche con le altre Regioni, somministrando in Lombardia vaccini anti-Covid ai turisti non residenti che soggiornano per almeno 15 giorni di vacanza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA