Vaccino Novavax in Lombardia: come sarà usato/ Bertolaso “non si potrà scegliere”

- Silvana Palazzo

Vaccino Novavax in arrivo in Lombardia: come sarà usato? Il responsabile della campagna vaccinale Guido Bertolaso mette le cose in chiaro: “Non si potrà scegliere”

piano vaccini lombardia
Guido Bertolaso, commissario Covid Regione Lombardia (LaPresse, 2021)

Il vaccino Novavax arriva anche in Lombardia. Come nel Lazio, anche qui la somministrazione dovrebbe cominciare a febbraio. Ma non sarà possibile sceglierlo, in quanto verrà somministrato in base alla disponibilità. Lo ha chiarito il responsabile della campagna vaccinale lombarda Guido Bertolaso nella giornata di ieri. Autorizzato dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) a fine dicembre, Nuvaxovid è considerato quello che potrebbe convincere i no vax a prendere parte alla campagna vaccinale, in quanto è a base proteica, quindi non è a mRna come Pfizer e Moderna né è a vettore virale come AstraZeneca e Johnson & Johnson.

«Presto arriverà anche questo nuovo vaccino. Noi lo utilizzeremo come abbiamo utilizzato e stiamo utilizzando i vaccini attuali. Non verrà data la possibilità di scegliere a chi verrà a vaccinarsi nel mese di febbraio», ha dichiarato l’ex capo della Protezione civile durante una visita al nuovo centro vaccinale di Gallarate. Quindi, il vaccino Novavax sarà somministrato a seconda delle disponibilità del momento: i cittadini non avranno la possibilità di sceglierlo.

NOVAVAX IN LOMBARDIA, I CHIARIMENTI DI BERTOLASO

«Quando sarà disponibile probabilmente anche questo ulteriore vaccino verrà dato in modo random. Chi si prenota potrà essere vaccinato con Pfizer, Moderna oppure con il nuovo vaccino che verrà messo a disposizione», ha chiarito Guido Bertolaso. Il responsabile della campagna vaccinale della Regione Lombardia ha voluto ribadire il concetto: «Nessuno pensi che non ci si vaccina oggi in attesa di poter utilizzare il vaccino che arriverà domani perché questo il Lombardia non sarà possibile. Siamo tutti uguali, i vaccini sono tutti uguali, ognuno di noi ha il diritto di essere vaccinato con i vaccini che vengono forniti dalla struttura commissariale sulla base delle prenotazioni». Quindi, Bertolaso ha concluso: «Questa è la procedurà che noi utilizzeremo in Lombardia per il Novavax». Di sicuro non può essere usato come richiamo, visto che non è approvato da Aifa per questo, ma solo come prima e seconda dose del ciclo vaccinale primario.







© RIPRODUZIONE RISERVATA