Vaccino Pfizer pericoloso per donne incinte e bambini?/ Comitato Uk “Rischi non noti”

- Silvana Palazzo

Vaccino Pfizer è pericoloso per le donne incinte e bambini? In Gran Bretagna ne viene sconsigliata la somministrazione per queste categorie: “Rischi non noti”, afferma JCVI

classifica dosi vaccino covid
Vaccino anti-Covid di Moderna (LaPresse)

Il vaccino anti-Covid sviluppato da Pfizer e Biontech potrebbe essere pericoloso per le donne incinite e i bambini, per questo in Gran Bretagna ne viene sconsigliata la somministrazione nel loro caso. Nello specifico, è il Comitato congiunto per la vaccinazione e l’immunizzazione (JCVI) a sconsigliare alle future mamme di prenderlo, in quanto i rischi sono ancora sconosciuti. La notizia è stata riportata dal quotidiano inglese Mirror, secondo cui il Joint Committee on Vaccination and Immunization in queste ore ha affermato che al momento non sono disponibili dati sulla sicurezza in una condizione di gravidanza, pertanto alle future mamme viene suggerito di non assumerlo per il momento. Avendo aggiornato il parere tecnico sui gruppi che devono avere la priorità per la vaccinazione, dopo che la Gran Bretagna ha approvato il vaccino Pfizer per l’uso d’emergenza, il JCVI ha escluso le donne in gravidanza, raccomandando loro di non farsi avanti per ora per ricevere il vaccino. «Non ci sono ancora dati sulla sicurezza dei vaccini Covid-19 in gravidanza, né da studi sull’uomo né su animali».

“RISCHI VACCINO NON NOTI PER DONNE INCINTE E BAMBINI”

Il Comitato congiunto per la vaccinazione e l’immunizzazione (JCVI) «favorisce un approccio precauzionale», a causa della «mancanza di prove», quindi «attualmente non consiglia la vaccinazione Covid-19 in gravidanza». Nel documento suggerisce di avvisare le donne incinte di «non farsi avanti per la vaccinazione», ciò vale anche per le donne che «stanno pianificando una gravidanza entro tre mesi dalla prima dose». Il Comitato è comunque in attesa di dati: «Li esamineremo appena saranno disponibili». Nella lista delle persone che dovrebbero ricevere prioritariamente i vaccini sono esclusi anche i bambini sotto i 16 anni. Sono, infatti, in corso altre ricerche per capire la sicurezza anche per questa categoria. «Solo i bambini ad altissimo rischio di esposizione e di esiti gravi dovrebbero essere vaccinati». Con i risultati delle ricerche che riguardano bambini e donne in gravidanza, si avrà poi una comprensione migliore dell’efficacia del vaccino anti Covid di Pfizer-Biontech anche per queste categorie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA