VALANGA VAL SENALES: APERTA INCHIESTA/ Il distacco di neve era prevedibile?

- Davide Giancristofaro Alberti

Valanga Val Senales, aperta un’inchiesta della procura di Bolzano. Gli inquirenti vogliono capire se qualcuno ha causato il distacco di neve e se fosse prevedibile

valanga dolomiti
Immagine di repertorio (LaPresse, 2019)

E’ stata aperta un’indagine in merito alla valanga avvenuta ieri in Val Senales, che ha causato la morte di tre persone, una donna di 35 anni e due bambine di 7. Come apprende l’agenzia Ansa, la procura di Bolzano ha aperto un fascicolo; sono già stati acquisiti foto e video del pendio, e in questa prima fase dell’inchiesta si cercherà di capire se il distacco di neve sia stato spontaneo oppure se lo stesso fosse in qualche modo prevedibile, o se eventualmente sia stato provocato da sciatori che hanno praticato il fuoripista. Thomas Konstantin Stecher, direttore delle Funivie Ghiacciai Val Senales, ha spiegato: “I nostri collaboratori la mattina presto hanno valutato la situazione e non c’erano pericoli. Se avessero avuto dei dubbi non avrebbero certo aperto la discesa a valle. Non è da escludere – conclude – che la valanga sia stata causata da sciatori fuoripista”. Nelle prossime ore la procura di Bolzano nominerà un apposito perito. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

VALANGA IN VAL SENALES: TRE VITTIME

Tragica vicenda capitata nella giornata di ieri in Val Senales: una valanga ha travolto e ucciso tre persone. Le vittime sono giovanissime, leggasi una donna di 35 anni, la figlia di anni 7, e una bambina sua coetanea. Tutte e tre stavano sciando sulla pista “Talabfahrt — Discesa a valle”, tra i rifugi Bellavista e Teufelsegg, quando verso mezzogiorno una slavina ha travolto tutto ciò che ha trovato sul suo cammino. La valanga si è staccata fra la Forcella dei Contrabbandieri e il rifugio Teufelseg, e per le tre vittime coinvolte non c’è stato nulla da fare: immediato l’intervento degli elicotteri della guardia di finanza, nonché del soccorso altoatesino provinciale, dell’Aiut Alpin Dolomites, e del soccorso alpino austriaco, ma le tre sono morte praticamente sul colpo. Estratti invece ancora in vita alcuni sciatori, che fortunatamente non hanno riportato ferite gravi.

VALANGA VAL SENALES: FERITO IL MARITO E L’ALTRO FIGLIO

Le tre vittime hanno tutte origini tedesche, con la donna di 35 anni che è maggiore dell’esercito, e che è morta sotto la neve, così come l’altra bimba di 7 anni. La figlia è stata invece soccorsa ancora in vita, ma portata in condizioni disperate presso l’ospedale di Trento, è deceduta poche ore dopo il fatto. Sopravvissuto il marito e padre della bimba, anch’egli di anni 35, e un altro figlio di 11 anni, trasportati entrambi presso l’ospedale di Merano. La famiglia è originaria di Hauteroda, un comune che si trova nella Turingia. La valanga è avvenuta attorno alla mezzogiorno di ieri, e le ricerche e i soccorsi sono andati avanti a lungo, come riferisce il Corriere della Sera, anche perchè il fronte della slavina era molto largo, più di 150 metri, e lungo quasi un chilometro. Il capo del soccorso alpino di Senales, Klaus Tumler, ha riferito: «Abbiamo lavorato per ore, ma non c’erano altre persone sepolte. Per la donna e le due bambine non c’è stato nulla da fare».



© RIPRODUZIONE RISERVATA