VANESSA FERRARI/ “Ho sofferto per questa medaglia, ora sogno un’altra Olimpiade”

- Mauro Mantegazza

Vanessa Ferrari: la carriera, la rinascita sportiva con l’argento alle Olimpiadi Tokyo 2020 e l’amore della ginnasta che oggi è ospite a Verissimo

ferrari ginnastica Olimpiadi
Vanessa Ferrari (LaPresse)

L’intervista di Vanessa Ferrari a Verissimo non può partire dalle emozioni per la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Tokyo. «Finalmente è arrivata. Dopo ho dormito benissimo perché ero distrutta. È stato bellissimo tornare a casa, perché prima non riuscivo a capire quello che avevo realizzato». La delusione per il mancato oro c’è stata, ma è durata poco. L’atleta ha poi raccontato il suo sogno di diventare ginnasta: «Nel 1998 ho cominciato, avevo quasi 8 anni. Facevamo quasi 200 chilometri al giorno per allenarmi». Tanti sacrifici anche per poter studiare. E le difficoltà non sono mancate. «Dopo la rottura del tendine nel 2017 ho pensato al ritiro. Non sarebbe stato facile ritornare, ero convinta che i miei tendini non sarebbero andati a posto. Non sono andati a posto completamente, ma ce l’ho fatta». Infatti, ha subito 5 interventi ai piedi e uno alla mano. La sua carriera è stata una sorta di altalena a causa degli alti (i successi) e dei bassi (gli infortuni). Tanta la commozione quando Silvia Toffanin ha letto la lettera di sua madre. «Ho sofferto tanto, non riuscivo ad arrivare al mio obiettivo e il tempo passava. Sapevo che la mia carriera era comunque bella, ma sapevo che quella medaglia mi mancava, ora mi sento appagata», ha proseguito Vanessa Ferrari.

Ma potrebbe non essere finita. Infatti, quando si parla di matrimonio con Simone Caprioli lei replica: «Stiamo insieme dal 2015. Per ora sto cercando di godermi al meglio questa medaglia, poi sicuramente vorrò sistemare i tendini per capire cosa fare in futuro. La prossima Olimpiade è più vicina, quindi non escludo di provarci ancora. Vorrei prima di tutto star bene, quindi valutare le mie condizioni». (agg. di Silvana Palazzo)

VANESSA FERRARI OGGI A VERISSIMO

Vanessa Ferrari sarà ospite oggi pomeriggio della celebre trasmissione Verissimo su Canale 5 e sarà l’occasione di parlare della carriera di questa ginnasta che ha scritto pagine di storia gloriose per la ginnastica artistica italiana e per il nostro sport ingenerale, non solo con i risultati ma anche con l’esempio, perché la storia di Vanessa Ferrari è soprattutto la forza di chi non si è mai arreso davanti a molte avversità che avrebbero piegato la maggior parte delle persone, sotto il peso degli infortuni in uno sport affascinante ma difficilissimo come la ginnastica artistica.

Nata ad Orzinuovi, in provincia di Brescia, il 10 novembre 1990, Vanessa Ferrari è entrata nella storia dello sport italiano ai Mondiali di ginnastica del 2006 ad Aarhus, in Danimarca, quando divenne la prima italiana di sempre a vincere la medaglia d’oro nel concorso individuale femminile, la gara che comprende tutti gli attrezzi della ginnastica artistica. Presto però cominciano anche gli “intoppi” con infortuni più o meno gravi, per cui alle gioie di medaglie (soprattutto a livello europeo) si alternano i dolori e le difficili riabilitazioni.

VANESSA FERRARI: LA CARRIERA, LA MEDAGLIA A TOKYO E L’AMORE

Quando non sono stati gli infortuni, è stata la sfortuna a mettere lo zampino nella carriera di Vanessa Ferrari, vedi ad esempio i due quarti posti olimpici consecutivi al corpo libero, sia a Londra 2012 sia a Rio de Janeiro 2016. Particolarmente beffardo il primo, quando Vanessa Ferrari ottene lo stesso punteggio della russa Alija Mustafina (terza con 14.900), ma le venne assegnato il quarto posto in base ad una componente regolamentare che premiava la migliore esecuzione, rispetto ad un coefficiente di difficoltà maggiore. Nel frattempo, sempre al corpo libero, era arrivato l’argento ai Mondiali di Anversa 2013, la sua più bella medaglia iridata dopo l’oro di Aarhus – in totale per Vanessa un oro, un argento e tre bronzi ai Mondiali.

Nel 2017 ecco la rottura del tendine d’Achille, che poteva essere il colpo definitivo alla sua carriera all’età di 27 anni, già davvero tanti per una ginnasta: Vanessa Ferrari però non si è arresa, ha superato anche il Covid e il ritardo di un anno delle Olimpiadi di Tokyo 2020 per salire finalmente sul podio a cinque cerchi con l’argento al corpo libero ottenuto in Giappone il 2 agosto scorso. In amore invece Vanessa Ferrari convive a Manerbio, sempre in provincia di Brescia, con Simone Caprioli, che è il fidanzato ma anche il manager della ginnasta. Una bella storia d’amore, per la quale ci sarà certamente spazio oggi pomeriggio a Verissimo…



© RIPRODUZIONE RISERVATA