Vettel alla Mercedes?/ Wolff apre:”Mai dire mai, non si può dire di no a un campione”

- Michela Colombo

Vettel alla Mercedes? Toto Wolff, team principal delle frecce d’argento apre al possibile approdo del tedesco in scuderia dal 2021: “Mai dire mai”.

vettel saluto lapresse 2019
Sebastian Vettel alla Mercedes? (LaPresse)

In attesa di rivedere in pista i beniamini della Formula 1 ecco che nel paddock della F1 tengono ovviamente banco voci e indiscrezioni che riguardano il mercato piloti e in primis il futuro di Sebastian Vettel. Solo poche settimane fa il tedesco ha annunciato che non rinnoverà a fine 2020 con la Ferrari e dunque è tempo per lui, se mia volesse continuare a rimanere nel circus, di trovare una nuova casa per la stagione 2021. Ed ecco che in tal senso sono state tante le voci emerse negli ultimi giorni del possibile passaggio di Vettel alla Mercedes, tra chi vedrebbe benissimo il tedesco alla corte di Toto Wolff (pure l’ex patron della Formula 1 Ecclestone ha dato la sua “benedizione”) e chi invece vede non pochi ostacoli per l’approdo del 4 volte campione del mondo al team di Lewis Hamilton. Ma oltre a voci e indiscrezioni, è indubbio che qualcosa sta accadendo in casa delle frecce d’argento: lo stesso team manager infatti in più occasioni ha aperto a tale ipotesi per il prossimo futuro. E pure lo ha fatto anche in questo giorni , in una lunga intervista concessa a Sky Sport UK, ai cui microfoni ha ammesso che “Non si può dire subito di no a un quattro volte campione del mondo”.

WOLFF APRE A VETTEL: BISOGNA PENSARCI BENE

Nel lungo intervento concesso, di fatto Toto Wolff, pur riaffermando di essere molto soddisfatto dei piloti che ha ora in scuderia, dal campione del mondo in carica Lewis Hamilton, fino a Valtteri Bottas e a George Russell, pure ha ribadito che non “si può mai dire”, specie di fronte a un 4 volte campione del mondo e pilota di grande talento come è Sebastian Vettel, che annunciando il divorzio della Rossa, ha davvero sparigliato le carte in tavola. Il team principal della Mercedes ha poi aggiunto: “Bisogna necessariamente pensarci. Sull’altro piatto della bilancia, però, abbiamo due piloti fantastici e sono anche molto contento di avere anche George Russell come potenziale titolare per il futuro. Nonostante ciò, non si può mai sapere come andranno le cose nelle prossime settimane. Uno di loro potrebbe decidere di non voler più correre e ritrovarci con un posto libero in squadra, come successo a fine 2016 con Nico Rosberg”. Wolff infine ha chiosato: “Per questo, non voglio essere nella posizione di dire con certezza ‘Sebastian non correrà per noi’, anche se i nostri piloti attuali restano i nostri principali candidati“. In ogni caso è volontà della scuderia fare un passo per volta e non correre eccessivamente anche in vista della stagione 2021: ci vuole ancora tempo e al momento tutte le opzione rimangono aperte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA