Video/ Sassuolo Sampdoria (0-0) highlights: Audero sugli scudi (Serie A)

- Fabio Belli

Video Sassuolo Sampdoria (risultato 0-0) highlights. Audero sugli scudi, le parate del portiere blucerchiato bloccano sul pari i neroverdi.

Emil Audero Sampdoria rinvio lapresse 2019 640x300
Video Sampdoria Sassuolo (Foto LaPresse)

VIDEO SASSUOLO SAMPDORIA: PAREGGIO AL MAPEI STADIUM

Eccoci al video di Sassuolo Sampdoria, partita terminata 0-0 nella 2^ giornata di Serie A. Il Sassuolo fa la partita ma non sfonda offensivamente, con la Sampdoria che conquista il pari grazie alle parate di Audero. Dopo 4′ Sassuolo già pericoloso in avanti con una gran botta di Djuric che trova però Audero pronto alla respinta. All’11’ bell’assolo di Raspadori che si libera al tiro ma Audero si oppone anche al sinistro del talento neroverde. Ancor più decisivo è il portiere della Samp al 14′ su Caputo, che si era presentato a tu per tu col portiere avversario. Sampdoria un po’ sotto ritmo a inizio gara, al 20′ ancora padroni di casa in avanti con Djuricic che manca di poco la porta con un bel piazzato. Al 25′ primo lampo blucerchiato, bella sponda di Damsgaard per Verre che conclude però alto sopra la traversa. Al 34′ buona chance per Maxime Lopez che si libera al tiro e scaglia una conclusione che si alza di poco sopra la traversa. Al 37′ Sampdoria pericolosa con una conclusione dalla distanza di Verre che non manca di molto il bersaglio.

Con il video di Sassuolo Sampdoria andiamo adesso ad esaminare quanto accaduto nel secondo tempo. Nella ripresa Caputo prima si fa ammonire per un fallo su Verre, quindi al 5′ sfruttando un errore di Omar Colley prova ad appoggiare in rete con Audero fuori dai pali, ma il pallone finisce alto. Al 14′ ci prova Boga che chiama Audero a una difficile respinta sotto l’incrocio dei pali. Al 20′ bel recupero di Colley proprio su Boga che si stava involando verso la porta avversaria su una ripartenza. Nel finale il copione della partita vede il Sassuolo costantemente proteso in avanti e la Sampdoria a difesa del primo prezioso punto stagionale. L’ultima grande occasione la crea Rogerio, cercando la conclusione dalla distanza col pallone che si impenna di poco sopra la traversa della porta difesa da Audero. 4′ di recupero ma i neroverdi non ne hanno più, finisce 0-0 al Mapei Stadium.

LE DICHIARAZIONI DEI TECNICI

Alessio Dionisi ritiene che il suo Sassuolo meritasse di più del pari: “Mi aspettavo una Samp difficile da affrontare, perché contro il Milan avevano fatto molto bene. Normale che poi la Samp non avrebbe potuto tenere il ritmo così alto per tutto il match e infatti poi siamo cresciuti. Non dirò nulla a Caputo per la reazione alla sostituzione perché Ciccio sa cosa penso di lui. Io scelgo già prima della partita, poi anche durante il match. Lui ci ha fatto vincere la partita precedente, ho provato a inserire Scamacca cercando di sfruttare al massimo l’organico. Non so se al rientro troverò Berardi. Io so cosa ci siamo detti e non vedo l’ora che finisca il mercato almeno saprò che gruppo saremo. Queste scelte spettano ai dirigenti. Sono contento per la vittoria dell’Empoli a Torino perché ho legato con l’ambiente. Se alleno il Sassuolo è merito dell’Empoli e sono contento per i ragazzi perché hanno ottenuto un successo storico“.

Sicuramente soddisfatto Roberto D’Aversa per il primo punto conquistato dalla Sampdoria in questo campionato: “Il punto è arrivato meritatamente: abbiamo fatto molto meglio nel primo tempo, siamo stati bravi ad arginare le loro qualità. Nel secondo tempo un po’ meno, anche se abbiamo avuto le occasioni più clamorose. Merito ai ragazzi per la prestazione. Lo scorso campionato ha dimostrato che qualsiasi squadra trova difficoltà su questo campo: il risultato è importante, anche per come è venuto, con personalità e coraggio. Nelle altre gare abbiamo commesso degli errori, ci sono episodi che hanno condizionato il risultato finale, e mi riferisco alla gara con il Milan, ma questi ragazzi mi hanno dato tanti spunti positivi sui quali lavorare. Peccato per i nazionali: essendocene sei o sette da una parte dimostra che questa squadra ha delle qualità, dall’altra non ti permette di lavorare con loro. Ahimè, a livello fisico questo si nota in campo: qualche difficoltà la possono avere, ma sopperiscono con determinazione e attaccamento alla maglia“.



© RIPRODUZIONE RISERVATA