Video/ Verona-Sassuolo (0-1): highlights e gol, vittoria esterna per i neroverdi

- Stefano Belli

Video Verona-Sassuolo (risultato finale 0-1): highlights e gol dell’anticipo della nona giornata di Serie A 2019-2020 che si è concluso con la vittoria esterna dei neroverdi.

Sassuolo Caputo Berardi
Francesco Caputo con Domenico Berardi (Foto LaPresse)
Pubblicità

Il video con i gol e gli highlights di Verona-Sassuolo 0-1 contiene le immagini salienti dell’anticipo che ha aperto la nona giornata di Serie A 2019-2020. Per la prima volta dall’inizio del campionato la squadra allenata da Roberto De Zerbi fa punti anche lontano dal Mapei Stadium e in particolare si tratta della prima vittoria dopo la scomparsa del patron Squinzi, che i neroverdi gli hanno dedicato con grande commozione. Il gol decisivo porta la firma di Filip Djuricic che già domenica scorsa aveva segnato all’Inter ma non era bastato per impedire ai nerazzurri di uscire vittoriosi da Reggio Emilia, stavolta invece la bomba da fuori area del centrocampista serbo è servita a regalare il primo successo in trasferta, e dovendo recuperare il match contro il Brescia il Sassuolo ha la concreta possibilità di passare alla parte sinistra della classifica. Sconfitta forse immeritata per l’Hellas che come al solito gioca un calcio propositivo e sbarazzino, come nelle migliori intenzioni del mister Juric le cui squadre non rinunciano mai a prendere l’iniziativa e a costruire azioni una dopo l’altra, ma ha bisogno di trovare al più presto un finalizzatore in grado di buttarla dentro spesso e volentieri, altrimenti i risultati nonostante tutta la buona volontà del mondo non arriveranno mai. La Dea Bendata ha però voltato le spalle agli scaligeri come dimostrano i pali colpiti da Faraoni e Verre a inizio secondo tempo. A dire la verità anche il Sassuolo ha scheggiato il legno alla sinistra di Silvestri – le cui parate non sono state sufficienti a salvare i suoi dal KO – con Duncan che nel recupero non è riuscito a chiudere il discorso prima del triplice fischio di Pairetto (che ne ha ammoniti ben dieci, uno ogni nove minuti in pratica). Un agitatissimo De Zerbi ha trovato un po’ di pace solamente quando il direttore di gara ha mandato tutti sotto la doccia: tre punti buoni come il pane e che rilanciano gli emiliani.

Pubblicità

VIDEO VERONA-SASSUOLO 0-1, LE DICHIARAZIONI

Il primo a parlare nel post-partita non poteva che essere il match-winner, Filip Djuricic: “È la prima volta che segno un gol da una distanza così ampia rispetto alla porta, mi fa un immenso piacere aver contribuito alla conquista dei tre punti. Abbiamo badato più alla sostanza che al bel gioco, magari non avremo offerto un bello spettacolo ma in compenso abbiamo dato il 100% per novanta minuti e inoltre abbiamo regalato ai tifosi una vittoria fondamentale per il prosieguo del campionato. Ad alti livelli la testa fa la differenza più delle gambe, questo risultato è il miglior viatico per la sfida contro la Fiorentina”. Il commento del tecnico del Sassuolo, Roberto De Zerbi: “Ultimamente non siamo abituati a vincere, per cui nel finale il mio battito cardiaco è aumentato a dismisura. L’atteggiamento è quello giusto ma dobbiamo essere molto più bravi a sfruttare le occasioni che ci creiamo con le nostre forze, il bel gioco dev’essere una strada per arrivare al risultato ma bisogna saper trovare anche delle alternative. Ho la fortuna di allenare tanti giocatori talentuosi, le qualità di Djuricic le conosco benissimo lavorando con lui da tre anni, dopo il gol mi sarebbe piaciuto che spingesse ancora di più, invece si è adagiato sugli allori. Ha un potenziale enorme e voglio che emerga tutto”. Le parole di Ivan Juric, allenatore del Verona: “I ragazzi stanno facendo il massimo e in campo non si tirano mai indietro, devono mantenere assolutamente questo modo di giocare, non ho molto da rimproverargli. La prestazione c’è stata, le occasioni anche, ci è mancata un po’ di fortuna oltre che Veloso, il nostro metronomo per eccellenza. Se i tiri di Faraoni e Verre fossero entrati in porta ora staremmo commentando questa partita con ben altri toni. Kumbulla sta crescendo sempre più, non era facile tenere a bada uno come Defrel, deve solo pensare al campo e a lavorare in allenamento durante la settimana”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità