Vomitano per ore fino a morire/ Marito e moglie uccisi da virus misterioso in vacanza

- Silvana Palazzo

Marito e moglie muoiono in vacanza per un virus misterioso: “Stiamo vomitando da ore”, hanno raccontato ai parenti prima di morire

michelle david paul morti fiji
Michelle e David Paul

Vomitano fino a morire. Una vacanza da sogno si è trasformata in tragedia per una coppia di Forti Worth, in Texas. David e Michelle Paul sono morti mentre erano alle isole Fiji con i figli dopo aver contratto virus misterioso. Ora è in corso un’inchiesta per capire cosa sia accaduto, infatti i loro corpi non possono tornare a casa fino a quando non verranno sottoposti all’autopsia. È probabile che i due coniugi abbiano contratto un virus influenzale mortale che circolerebbe nella regione del Sud Pacifico. Quel che è certo è che la coppia aveva quasi concluso la sua vacanza con i figli piccoli, tra cui un bambino di soli due anni e una bambina più grande. Poco prima di imbarcarsi per tornare a casa, hanno accusato un malore e sono morti improvvisamente. Secondo il New York Post, la giovane coppia texana aveva messaggiato con i loro parenti raccontando di aver vomitato per ore e di aver notato insensibilità alle mani. «Stiamo vomitando da 8 ore. Dave ha la diarrea. Le mie mani sono insensibili. Scriveremo quando possiamo. Ora andiamo entrambi dal dottore», ha scritto Michelle in un messaggio pubblicato da ACB News. I trattamenti però si sono rivelati inefficaci. Quella che doveva essere una vacanza di famiglia all’insegna del relax e del divertimento si è trasformata in un incubo. Al momento la causa della loro morte è un mistero: l’unica cosa certa è che hanno contratto un virus, ma non si sa quale. La coppia era arrivata alle isole Fiji tra il 22 e il 25 maggio scorso. Non avevano alcun problema di salute, quindi non avevano malattia prima di contrarre questo misterioso virus.

MARITO E MOGLIE MUOIONO IN VACANZA PER UN VIRUS MISTERIOSO

Una parente della coppia, Tracey Calanog, ha raccontato che la famiglia ah ricevuto una telefonata il giorno prima del loro rientro a casa. I medici locali li hanno informati di un rapido peggioramento delle loro condizioni. «Hanno capito che c’era qualcosa che non andava, quindi hanno avuto la prontezza di recarsi subito in ospedale», ha raccontato alla stampa locale. Ma questo non è bastato. Michelle è stata la prima a morire. Il marito doveva essere trasferito in Australia per ricevere ulteriori trattamenti, infatti un elisoccorso era pronto a partire, ma non si è mai alzato in volo per lui perché è deceduto poco prima. Ora anche il Dipartimento di Stato di Washington segue da vicino l’inchiesta per capire cosa sia successo. Secondo le prime informazioni, il governo locale aveva messo in guardia i turisti e i residenti riguardo una pericolosa stagione influenzale in quella specifica regione, pare che colpisca soprattutto i giovani adulti. Ma si attendono conferme in tal senso. Intanto, secondo il New York Post, cinque persone entrate a stretto contatto con la coppia nella clinica a cui si sono rivolti sono state messe in quarantena in via precauzionale, ma stanno bene, secondo quanto riferito dalle autorità sanitarie locali.



© RIPRODUZIONE RISERVATA