WEBINAR/ Esg, la sostenibilità conviene: rivoluzione o evoluzione?

- La Redazione

Si è svolto nella giornata di oggi il webinar dal titolo “ESG rivoluzione o evoluzione” organizzato dal dipartimento Economia della Lega

trader borsa mercati 1 lapresse1280 640x300
LaPresse

Si è svolto nella giornata di oggi il webinar dal titolo ESG rivoluzione o evoluzione organizzato dal dipartimento Economia della Lega, con introduzione del senatore Alberto Bagnai, responsabile del dipartimento, e moderato dall’onorevole Giulio Centemero, coordinatore dell’Unità Mercati.

Quanto emerso è la centralità di un mercato – quello delle Esg (Environmental, Social and Governance)– che crescerà esponenzialmente e che d’ora in avanti insieme al tema dell’etica finanziaria sarà sempre più protagonista in economia. Lato operatori – altro tema di dibattito – la paura di una sovra regolazione troppo complessa, di troppa burocrazia ma al contempo la rappresentazione della necessità di parametri standard a livello globale con la richiesta che Consob svolga la sua attività anche in questo settore.

Sono intervenuti: Dott. Angelo Meda, responsabile azionario ed Esg presso Banor Sim, prof.ssa Barbara Boschetti, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, On. Mauro Del Barba, Deputato Italia viva – V Commissione Bilancio, presidente Assobenefit, dott. Federico Donato, vicepresidente Assocamerestero, presidente European Chamber of Commerce in Singapore, dott.ssa Franca Giansoldati, giornalista vaticanista de Il Messaggero ed autrice del libro L’alfabeto verde di Papa Francesco. Salvare la terra e essere felici, dott. Gianmario Crescentino, presidente Assirevi.

È possibile visionare l’intero evento a questo link.

Dichiarazioni dei relatori a margine dell’intervento.

Mauro Del Barba: “Le Esg sono lo strumento più evoluto e di stampo liberal democratico per imprimere una forte accelerazione al cambio di paradigma e va genericamente sotto il nome di stakeholder economy. Solo attraverso un tale protagonismo dell’impresa le Esg possono costituire il radicale cambiamento verso la sostenibilità di cui il mercato deve rendersi responsabile”.

Federico Donato: “Le performance di aziende e fondi che incorporano in modo strutturato i principi Esg sono spesso superiori a quelle di realtà più tradizionali. La pandemia ha accelerato questo trend. Credo sia giunto il momento di considerare la sostenibilità come una grande opportunità da cogliere e non come un costo da sopportare”.

Franca Giansoldati: “La Laudato si’ di Papa Francesco introduce il concetto che occorre un nuovo approccio nell’economia e nella finanza. Un approccio etico, un percorso di evoluzione per la coscienza dei cattolici – si parla di cittadinanza ecologica – che cambi gli stili di vita e quindi l’investimento e la spesa dei loro risparmi. In questo contesto i criteri Esg sono dunque un percorso che si inserisce nella visione della dottrina sociale della Chiesa”.

Angelo Meda: “Iniziative come questa sono fondamentali per diffondere la cultura finanziaria del paese; nel mondo Esg le evoluzioni saranno ancora tante e speriamo vadano nella giusta direzione di far arrivare capitali alle imprese sostenibili senza creare distorsioni sul mercato”.

Barbara Boschetti: “Le sfide del Ngeu e del Pnrr vanno oltre le capacità del settore pubblico. Serve una nuova alleanza pubblico-privato e un set di strumenti adeguato. La finanza sostenibile può giocare un ruolo chiave per la trasformazione dell’economia reale, ma serve una nuova taxonomia inclusiva, di accompagnamento alla transizione, e un sistema Esg più trasparente e integrato”.

— — — —

Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente.

SOSTIENICI. DONA ORA CLICCANDO QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA