BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE/ Il caso: coppia lesbica vuole che il donatore assuma il ruolo di padre

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Sono finiti in tribunale. Da una parte lei e la sua compagna, dall'altra lui e il suo compagno, in attesa di un verdetto. Chi sono? La loro storia la racconta oggi il quotidiano inglese Daily Mail. Mandy Baker per due volte nel 1998 e nel 2000 ha ricevuto il seme di Mark Langridge, un donatore abituale, omosessuale, e in tal modo la donna, lesbica, ha avuto due figlie, Ri'anna oggi di 15 anni, e Shannon di 13. Ed ecco la sentenza: Mark deve pagare 26 sterline alla settimana per il mantenimento delle due ragazze, ma lui ha già detto che farà ricorso contro la sentenza. Il fatto è che la donna vorrebbe che l'uomo fosse riconosciuto come padre naturale delle figlie, assumesse le sue responsabilità e che contribuisse al loro mantenimento, ma lui non ci sta. E', come intitola l'articolo, una "famiglia moderna". Mandy Baker sostiene che prima della donazione i due fecero un accordo secondo il quale lui avrebbe accettato di essere riconosciuto come padre naturale e come tale si sarebbe preso compito di tutto quello che questo significa. Lo fece per alcuni anni, poi improvvisamente decise di tagliare ogni rapporto con le figlie, per ben nove anni. Secondo la donna, la reazione delle due ragazze fu drammatica, distrutte dal dolore per aver perso improvvisamente quello che loro chiamavano papà.  Lui dal canto suo sostiene che il suo ruolo di padre fu solo una invenzione della donna, che lui non ha mai voluto assumere quel ruolo, eppure esistono video e fotografie dell'uomo intento a giocare con le piccole come qualunque altro padre. Mark sostiene anche che la donna ha sempre voluto che lei e la sua compagna fossero "mamma e mamma" per le loro figlie, e che quella del ruolo paterno è stata una sua invenzione per non sa quale motivo, forse esclusivamente economico. A pagare il prezzo di questa famiglia "moderna" sono le figlie, ovviamente. 



© Riproduzione Riservata.