Articoli 2008 di Esteri

POSITIVE NEWS/ Terrasanta: la speranza di chi vuole ripartire comincia dall'educazione

Il progetto proposto da AVSI per le Tende di quest'anno vuole sostenere una scuola maschile e una femminile a Gerusalemme provvedendo alle spese scolastiche dei ragazzini più indigenti, le attività a favore dei poveri promosse dalle suore della carità di Madre Teresa, sempre a Gerusalemme, e quelle svolte dalle suore del Verbo incarnato che a Betlemme offrono casa e assistenza ai disabili fisici e mentali

OBAMA/ Richard Warren, il pastore che imbarazza il neopresidente

Le scelte di Obama in campo religioso sono state già al centro dell'attenzione in occasione della campagna elettorale a causa delle frequentazioni con il reverendo Jeremiah Wright (che sembrava potesse costare caro al neoeletto presidente Usa), e oggi tornano d'attualità con la nomina di Richard D. Warren quale personaggio incaricato della preghiera nel giorno della sua cerimonia di insediamento. E' bufera trai movimenti omosessuali

VENEZUELA/ Il risultato elettorale mostra che il Paese è di tutti, non solo di Chávez. Ora serve un’alternativa al Presidente

Come racconta LUIS UGALDE, i risultati delle elezioni dimostrano che non è stata sconfitta la maggioranza dei candidati governativi, ma lo è stata la pretesa di Chávez di polverizzare, far sparire gli avversari politici, imporsi con i carri armati nelle strade, mettere in prigione gli oppositori e di mantenersi al potere

IL CASO/ Dal Kazakhstan una legge che attacca la libertà religiosa

Il Parlamento del Kazakhstan ha approvato una nuova legge fortemente restrittiva in tema di libertà religiosa, che colpisce tutti, cattolici, ortodossi e musulmani. Ora la speranza è che il presidente Nazarbayev decida di cambiarla. Ilsussidiario.net ha intervistato don EDOARDO CANETTA, sacerdote milanese in missione in Kazakhstan da quasi vent’anni

USA/ Obama il "traditore": il suo staff è troppo di "destra". E la popolarità scende

In calo di popolarità nei sondaggi e a costo di generare più di qualche malcontento nell'ala sinistra del Partito (quella che più lo ha sostenuto e si è fatta artefice della sua elezione) Barack Obama ha composto una squadra con molti personaggi graditi ai repubblicani nei posti chiave. E per Hillary è pronta la poltrona di segretario di stato: un vero mal di pancia per i democrats di ferro

INDIA/ Cervellera: i risvolti e il movente di una strage che fa comodo ai fondamentalismi

A Mumbai, un tempo Bombay, si sono susseguite ore drammatiche di violenza, di tragedia e di follia per una serie attentati-guerriglia che ha tutto l'aspetto di un conflitto dichiarato all'Occidente. Derive nazionalistiche indiane e spinte fondamentaliste di stampo musulmano, spesso in lotta fra di loro, sembrano per una volta trarre vantaggi da una situazione che mette in ginocchio l'intero Paese

INDIA/ Il punto: a Mumbai più di cento morti e 300 feriti, un inferno scatenato dai fondamentalisti islamici

I Mujahiddin del Deccan, gruppo estremista islamico, ha provocato col proprio efferato attacco una vera ecatombe. Fra un frenetico susseguirsi di notizie poche sono le certezze, fra le quali, purtroppo, il numero dei morti che supera il centinaio. Secondo alcune fonti giornalistiche indiane tra le vittime straniere ci sono, oltre all'italiano, anche un britannico, un giapponese e un australiano

IRAQ/ Cervellera: due sorelle uccise perché cristiane in una lotta per il potere che miete sempre le solite vittime

Donne, cristiane, cattoliche e coinvolte in un lavoro di amministrazione politica. Quanto basta per avere una vita difficile, se non impossibile, nella città di Mosul, a nord dell'Irak, da anni martoriata da lotte intestine religiose e di potere. Lamia e Walàa sono state assassinate da un manipolo di ragazzini, lasciando i genitori e un fratello. L'ennesimo caso di una famiglia distrutta perché non sottomessa all'islam

DOPO-ELEZIONI/ Il "caso Palin" e la crisi repubblicana: quale futuro per un partito fermo al dopo Reagan?

All'indomani delle elenzioni presidenziali non sembra ci sia pace per i vinti, in particolare sotto i riflettori c'è Sarah Palin, di cui vengono prese di mirala (vera o presunta) ignoranza geografica e di politica internazionale. Ma sembra che il vero obiettivo di certa stampa sia denigrarla in quanto cattolica praticante, Questo attacco sembra voler essere un grimaldello per danneggiare il partito repubblicano

OBAMA/ Quella politica più moderata che i paesi arabi attendono dal nuovo presidente

I media mediorientali hanno accolto con entusiasmo la vittoria di Barack Obama e la stampa egiziana ha dedicato tutte le prime pagine alle elezioni americane. Dietro la speranza della vittoria del candidato democratico l’atteggiamento storicamente più moderato e aperto del suo partito, da Carter in poi, sulle vicende mediorientali. Ne ha parlato a ilsussidiario.net HESDAM WADIA

CONGO/ La storia di Cyprien: convivere con la guerra seminando speranza tra fucili e machete

Cyprien Kamarande, congolese, è diventato un operatore della Ong AVSI dopo che i ribelli hanno trucidato sua moglie e i suoi tre figli. Ha trovato la fede e un motivo per continuare ostinatamente a combattere una "guerra" della speranza, andando nelle regioni più sperdute e pericolose per avviare cicli di coltivazione d'emergenza perchè la gente abbia una possibilità di non morire di fame sotto la costante flagellazione della guerriglia che non permette di costruire nulla. Ecco la sua storia