AUTORI / Andrea Moro

Andrea Moro, nato a Pavia nel 1962, è professore ordinario di Linguistica generale nella Scuola Superiore Universitaria ad Ordinamento Speciale IUSS di Pavia è stato per un decennio ordinario nell’Università Vita-Salute San Raffaele e associato presso l’Università di Bologna. Varie volte visiting scientist presso il MIT e la Harvard University, ha tenuto corsi e seminari in Europa e negli Usa. Laureato a Pavia in lettere classiche, studente Fulbright negli Stati Uniti, ha conseguito il dottorato di ricerca in Linguistica presso il consorzio di Padova e il Diplôme d'études supérieures en théorie de la syntaxe et syntaxe comparative presso l’Université de Genève. Al San Raffaele di Milano è stato tra i fondatori del Dipartimento di Scienze Cognitive nel 1993, membro del comitato ordinatore della facoltà di psicologia e di filosofia e presidente del corso di laurea interfacoltà in neuroscienze cognitive fino al 2010. Studia teoria della sintassi e neurolinguistica. Andrea Moro, 1962, is a Professor of General Linguistics at the IUSS University in Pavia. Previously, he was a Professor at the Vita-Salute San Raffaele University, where he was one of the founders of the Department of Cognitive Science in 1993, and president of an interdisciplinary major in cognitive neuroscience until 2010. He was a visiting scientist at both MIT and Harvard University, and he has taught courses and held seminaries in Europe and the United States. He graduated from Pavia in Classical Letters, was a Fulbright Scholar in the US, got his doctorate in Linguistics in Padova and his Diplôme d'études supérieures en théorie de la syntaxe et syntaxe comparative at the Université de Genève. He studies theory of syntax and neurolinguistics. Feed Rss

TUTTI GLI ARTICOLI

Cos'è (davvero) essenziale?

L'esperienza alla quale ci chiama la Chiesa è l'esperienza della ricerca del centro, dell'essenziale. Ma per questo, occorre essere coscienti che siamo periferia. ANDREA MORO

I "pidocchi del pensiero"

Fin da bambini si ha cognizione di sé attraverso l’uso del pronome io. Eppure, spiega ANDREA MORO, non siamo ancora in grado di render pienamente conto dell’unitarietà del fenomeno

NATURA UMANA/ Siamo buoni per scelta o per necessità?

ANDREA MORO smonta le tesi riduzioniste (e un pochino snob) del professor Umberto Veronesi, per il quale etica, filosofia e religione hanno fallito nel compito di definire la bontà lasciando la “missione compiuta” alla genetica. In poche parole i nostri atti benefici sarebbero predeterminati

NEUROLOGIA/ I misteri del linguaggio, un dono che ci distingue dagli animali

La grande differenza fra uomo e animale, spiega ANDREA MORO, risiede nel linguaggio che, anche sotto l’aspetto neurologico, risulta essere «una delle basi che formano ad un livello più generale l’intelaiatura unica del nostro cervello». Una delle più misteriose facoltà degli esseri umani che continua a rivelare sorprendenti scoperte dal punto di vista scientifico