AUTORI / Gianluigi Da Rold

Gianluigi Da Rold, nato nel 1942 a Milano, scrive nel 1967 il suo primo libro "Arabi e Israeliani: la guerra dei sei giorni" e comincia a collaborare a "Corrispondenza Socialista" e poi a "Critica Sociale". Nel 1970 entra all'"Avanti!" ed è giornalista professionista dal 1972. Nel 1975 va al "Corriere della Sera", di cui nel 1980 è inviato speciale. Nel 1978, con Tobagi, promuove la fondazione di Stampa Democratica, nuova corrente sindacale in contrapposizione al listone cattocomunista di Rinnovamento. Alla morte di Tobagi ne raccoglie gli scritti e li pubblica col titolo "II coraggio della ragione". Ha pubblicato "Da Ottone alla P2" e "La battaglia di Via Solferino". Nel 1994 assume la condirezione della rete regionale della Rai a Milano. Va poi per quattro mesi a dirigere "L'Indipendente" e infine il "Corriere delle Opere". Feed Rss

TUTTI GLI ARTICOLI

Il vuoto politico

Più che nel periodo dell'anti-politica sembra di vivere in un momento di vuoto politico, con un caos evidente nella maggioranza e non solo

Guerra di nervi

Per fare un torto a Salvini la maggioranza regala ancora una volta la politica ai pm. Nel frattempo tra i partiti serpeggia un pericoloso nervosismo. Il Colle è preoccupato

Molto rumore per nulla

Dopo le elezioni, di fronte alla confusione e a dati non confortanti, il governo che si regge su Pd e M5s sembra immerso in una palude dove è difficilissimo muoversi

Uscire dal seminato

In tempi di crisi, occorre re-imparare i fondamenti della democrazia. Se ne è parlato con Enrico Letta nel primo incontro della scuola di formazione politica “Conoscere per decidere”