INTERVISTATI / Carlo Giovanardi

Nasce il 15 gennaio 1950 a Modena, si laurea con lode in giurisprudenza e diventa avvocato. La sua cariera politica inizia nel 1969 quando si iscrive nella Democrazia Cristiana in Emilia Romagna. Eletto deputato per la prima volta nel 1992 nella circoscrizione di Parma, Modena, Piacenza, Reggio Emilia per la DC. Nel 1994 è rieletto deputato e riconfermato nel maggio 1996. Nello stesso anno diventa Presidente del Gruppo Parlamentare del Centro Cristiano Democratico e quello di Vice Presidente della Camera dei Deputati. Nel maggio 2001 viene eletto deputato nel collegio di Lecco. Ricopre la carica di Ministro senza portafoglio per i rapporti con il Parlamento, con delega anche per il servizio civile e la lotta alle tossicodipendenze, nel II e III Governo Berlusconi. Nel 2006 diventa Presidente della Giunta per le autorizzazioni alla Camera dei Deputati e componente della 1ª Commissione permanente - affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni. Attualmente dal 12 maggio 2008 è Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri Feed Rss

TUTTI GLI ARTICOLI

DIRITTI UMANI/ Attenzione ai falsi diritti che arrivano dall'Ue

Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio CARLO GIOVANARDI spiega come la ratifica del Trattato di Lisbona possa portare nel nostro ordinamento norme “discutibili” sul diritto alla vita e della famiglia. Un avvertimento che riporta l’attenzione sul tema dei diritti umani, ben affrontato nel volume I diritti insaziabili a cura di Luca Antonini. MARTA CARTABIA (docente di Diritto costituzionale all’Università Milano-Bicocca) analizza i nodi cruciali del dibattito intorno ai diritti umani, mentre AUGUSTO BARBERA (docente di Diritto costituzionale all’Università di Bologna) parla della necessità di non cedere alla tentazione relativista in questo campo