A sud ovest di Sonora/ Su Rete 4 il film con Marlon Brando

- Matteo Fantozzi

A sud ovest di Sonora in onda su Rete 4 oggi, 21 giugno, dalle 16.45. Nel cast Marlon Brando che è sicuramente una leggenda della storia del cinema.

a sud ovest sonora 2019 film 640x300
A sud ovest di Sonora

A sud ovest di Sonora, film di Rete 4 diretto da Sidney J. Furie

A sud ovest di Sonora va in onda su Rete 4 oggi, martedì 21 giugno 2022, a partire dalle 16.45. Il film western del 1966 è stato distribuito da Universal CIC Video (Classic Western) e prodotto da Miller. La regia è di Sidney J. Furie, il regista e sceneggiatore in 40 anni di carriera ha realizzato 22 film, di cui di 4 ne ha curato anche la sceneggiatura.

L’attore principale è Marlon Brando, durante la sua carriera ha curato anche la regia di alcuni film che ha interpretato. Studia arte drammatica a New York dove prende anche lezioni di danza. Ha vinto due premi Oscar come migliore attore per Il Padrino e Fronte del porto. Al Festival di Cannes è stato premiato come migliore attore per Viva Zapata. Ha vinto inoltre cinque Golden Globe, tre premi BAFTA e un David di Donatello. Il cast si arricchisce della presenza di Anjanette Comer, Larry D. Mann, Miriam Colon, Alex Montoya.

A sud ovest di Sonora, la trama del film

Leggiamo la trama di A sud ovest di Sonora. Matt Fletcher veterano della Guerra di Secessione decide di ritornare nel luogo dove ha trascorso un buona parte della sua vita, un paese tra il Texas e il Messico. È proprietario di un prestigioso cavallo di razza Appaloosa, il suo sogno è di diventare un allevatore di cavalli. A Ojo Prieto, il bandito Chuy Medina, riesce a rubargli il suo cavallo.

Matt si mette sulle tracce del ladro per recuperare il cavallo che gli è stato sottratto, ma l’impresa è ardua, difatti deve superare molte difficoltà. Durante un assalto nel villaggio dove risiede Medina, viene catturato e costretto a fare un combattimento a braccio di ferro, con una variante: sul tavolo ci sono due scorpioni chi perde viene punto dall’animale e muore.

Fletcher quando si accorge di non poter vincere e battere il suo avversario, decide di sbattere violentemente il braccio sul tavolo con l’intenzione di uccidere lo scorpione prima che venga punto mortalmente. L’impresa riesce, ma l’animale riesce a pungerlo lo stesso e viene lasciato agonizzante a terra in attesa che la morte sopraggiunga. Trini, la donna di Medina corre in soccorso di Fletcher e gli salva la vita. Con l’aiuto di un anziano contadino, Trini assiste Fletcher fino alla completa guarigione, successivamente l’anziano viene ucciso da Medina.

Un susseguirsi di vicende, alcune anche pericolose, mettono Fletcher nella condizione di prendere un’importante decisione: sacrificare il suo amatissimo cavallo Appaloosa per salvare la vita a Trini. Visto che Trini è entrata nel suo cuore, decide di privarsi del suo purosangue. Lo lascia andare con la speranza che Chuy possa uscire allo scoperto, in quanto si è nascosto nel bosco.

L’espediente funziona, Chuy per mirare con il fucile il cavallo si alza dal suo rifugio. I raggi del sole riflettono sul suo fucile, consentendo a Fletcher di identificare con esattezza la posizione del bandito, spara e colpisce a morte Chuy. Trini e Fletcher sono liberi, attraversano la frontiera con il Messico in sella all’Appaloosa per cominciare insieme una nuova vita.





© RIPRODUZIONE RISERVATA