Agrigento, eletti Consiglio e preferenze/ Firetto vs Miccichè: nomi e possibili seggi

- Dario D'Angelo

Eletti consiglieri alle Elezioni Comunali di Agrigento 2020: nomi, seggi candidati sindaco e liste. Tutti i dati e gli eletti dell’ultimo voto tenutosi nel 2015

Crotone, Reggio Calabria, Matera: Elezioni Comunali 2020
Elezioni Comunali (LaPresse)

Ad Agrigento sarà sfida secca tra Franco Miccichè e il sindaco uscente Lillo Firetto nel ballottaggio tra due settimane: i risultati del primo turno delle Elezioni Comunali 2020 in Sicilia hanno visto dunque una enorme sorpresa rispetto alla vigilia dove si pensava che Firetto potesse conquistare agilmente la poltrona per il secondo mandato consecutivo. Invece Miccichè, medico sceso in campo negli ultimi mesi in politica, raccoglie il 38% dei voti sfiorando la vittoria al primo turno: per Calogero Lillo Firetto, con il 28,4%, si tratta di una cocente delusione nella sfida tutta tra liste civiche di Agrigento. I partiti tradizionali infatti prendono cadente sconfitta con Centrodestra-Udc di Zambuto al 16%, Lega-FdI di Catalano al 9,6%, Carlisi-M5s al 4,5%, Cento Passi per la Sicilia con Galvano al 3,7%. Ci sarà invece il ballottaggio per dirimere i 24 nuovi consiglieri eletti in Consiglio Comunale per i prossimi 5 anni: il primo sicuramente eletto, con oltre 700 preferenze, risulta essere Marco Vullo di Villaseta, con la lista “Uniti per la Città”, seguito da Pasquale Spataro di Onda. Tra i sicuri di un posto al prossimo Consiglio – in attesa di capire quale sarà la maggioranza in base al candidato sindaco vincente al ballottaggio – secondo i calcoli del portale Agrigento Oggi saranno: Marco Vullo, Pasquale Spataro, Teresa Nobile, Alessandro Sollano, Angelo Vaccarello, Davide Cacciatore, Antonino Amato, Nello Hamel, Simone Gramaglia, Claudia Alongi, Pietro Vitellaro. Molto probabili di un seggio anche Mario Silvio Fontana, Ilaria Maria Settembrino, Carmelo Cantone, Tanja Castronovo, Francesco Alfano, Gioacchino Alfano. Qui è possibile trovare i risultati con tutti i voti di lista e le preferenze dei singoli 478 candidati consiglieri comunali. (a cura di Niccolò Magnani)

ELEZIONI COMUNALI AGRIGENTO

A differenza degli altri Comuni che hanno rinnovato le proprie amministrazione andando al voto tra il 20 e il 21 settembre scorsi, in concomitanza con il referendum sul taglio dei parlamentari, ad Agrigento le elezioni comunali si tengono il 4 e il 5 ottobre. Nella cittadina siciliana sono cinque i candidati che sfidano il sindaco uscente, Lillo Firetto. L’attuale primo cittadino, sindaco in passato anche di Porto Empedocle, può contare sul sostegno di una parte del Pd e su quello di sette liste civiche. A fargli concorrenza l’ex sindaco di Agrigento dal 2007 al 2014, quel Marco Zambuto, classe 1973, candidato di Forza Italia, Udc e Diventerà Bellissima. La destra sovranista rappresentata da Lega e Fratelli d’Italia sostiene invece Daniela Catalano, classe 1978, presidente del consiglio comunale uscente. In lizza anche Marcella Carlisi per il MoVimento 5 Stelle, già consigliere comunale per i pentastellati. Gli altri candidati alla poltrona di sindaco sono Angela Galvano, sostenuta da Articolo 1, Socialisti e altre liste di sinistra; e Francesco Miccichè, sostenuto dalle liste Facciamo squadra per Agrigento, Uniti per la città, Cambiamo rotta per Agrigento e Vox Italia.

GLI ELETTI AD AGRIGENTO NEL 2015

Nel ricordare che in assenza di un candidato che raggiunga il 40% dei voti si andrà al ballottaggio, previsto eventualmente il 18 e il 19 ottobre (per la legge elettorale siciliana non è prevista la maggioranza assoluta, ndr), andiamo a vedere come andarono le cose in occasione delle ultime elezioni, quelle celebratesi il 31 maggio 2015. Ad imporsi fu appunto Calogero Filetto con il 59,01%, frutto di 16.594 voti. Al secondo posto, staccato, Silvio Alessi con il 14,85% e 4.177 voti. Terza piazza per Marco Marcolin di “Noi con Salvini” (9,15%), quarta per Emanuele Dalli Cardillo (8,79%) del MoVimento 5 Stelle. Quinto posto per Giuseppe Arnone di Liberiamo Agrigento – Arnone Sindaco con il 3,23% davanti ad Andrea Cirino (2,92%) di Fratelli d’Italia – Cirino Sindaco e Giuseppe Di Rosa sostenuto da Cambiamento – di Rosa Sindaco al 2,04%.

La composizione del consiglio comunale vide assegnati 21 seggi alla maggioranza di Fioretto: Gerlando Gibilaro (Ncd), Daniela Catalano (Ncd), Alfonso Mirotta (Ncd), Alessandro Sollano (Ncd), Teresa Nobile (Ncd); Nino Amato (Agrigento cambia), Pietro Vitellaro (Agrigento cambia), Margherita Bruccoleri (Agrigento cambia), Gioacchino Alfano (Agrigento cambia); Nello Hamel (Agrigento rinasce), Maria Grazia Fantauzzo (Agrigento rinasce), Beniamino Biondi (Agrigento rinasce), Vincenzo “Enzo” Licata (Agrigento rinasce), Raffaele Sanzo (Agrigento rinasce); Gabriella Battaglia (Uniti per la città), Pasquale Spataro (Uniti per la città), Giuseppe Picone (Uniti per la città), Angelo Vaccarello (Uniti per la città), Marco Vullo (PD), Gerlando Giuggiu Riolo (PD), Angela Galvano (PD). Per l’opposizione entrarono invece Elezioni 2015, dati ufficiali: ecco il nuovo Consiglio comunale di Agrigento Marcello La Scala (Movimento 5 Stelle), Marcella Carlisi (Movimento 5 Stelle); Nuccia Palermo (Pdr), William Giacalone (Pdr), Salvatore Borsellino (Pdr); Giorgia Iacolino (Forza Silvio), Gianluca Urso (Forza Silvio), Salvatore Falzone (Forza Silvio) e Giovanni Civilità (Forza Silvio).

© RIPRODUZIONE RISERVATA