Alessandra Amoroso “riparto dopo la psicoanalisi”/ “Ero il limite di me stessa”

- Elisa Porcelluzzi

Alessandra Amoroso torna con due nuove canzoni: “Piuma” e “Sorriso grande”, in uscita il 7 e l’8 aprile. La cantante racconta come è ripartita grazie all’analisi.

La cantante Alessandra Amoroso
La cantante Alessandra Amoroso

Dopo il successo di “Pezzo di cuore” con l’amica Emma Marrone, Alessandra Amoroso torna alla musica con due nuovi brani: “Piuma”, che uscirà il 7 aprile, e “Sorriso grande”, in uscita l’8 aprile. Le due canzoni rappresentano il lato oscuro e quello più luminoso della cantante salentina. Anche i due videoclip sono stati girati nello stesso appartamento: “Piuma” è claustrofobico mentre “Sorriso grande” è caratterizzato da una fotografia sgargiante. “Avevo l’esigenza di raccontarmi e raccontare questo periodo. Ho sempre portato avanti entusiasmo ed esplosività, poi l’anno scorso è arrivato quel momento uguale per tutti che ha chiuso la mia energia in un cassetto”, ha raccontato Alessandra Amoroso al Corriere della Sera. La cantante, che a gennaio 2020 aveva annunciato la fine della sua relazione con Stefano Settepani, ha vissuto il lockdown solo con il cane Pablo: “Ho avuto paura del buio e della solitudine, l’assenza della famiglia e degli amici mi ha spento, l’interruttore delle emozioni era su off”.

Alessandra Amoroso: torna a scrivere le sue canzoni

Alessandra Amoroso ha dovuto fare i conti con se stessa e piano piano lo stare da sola l’ha aiutata a raccogliere i pensieri e a guardarsi dentro: “Mi sono presa per mano e mi sono ascoltata, ma in parallelo ho fatto analisi. Il percorso è partito prima, ma il lockdown mi ha dato consapevolezza”. In questo viaggio dentro se stessa Sandrina ha scoperto di essere “sempre stata il limite di me stessa. Mi davo regole, pensavo sempre che non ce l’avrei fatta, che non meritavo quello che avevo, mi riempivo di autocritiche, mi violentavo psicologicamente”. La svolta è arrivata il 5 maggio 2020 quando è tornata a Lecce e dopo poco è nata Karaoke” con i Boomdabash. Le nuovi canzoni sono nate prima del lockdown e si sono sviluppate nel corso dell’anno: “La musica era l’unico sfogo, mi sentivo spesso con Davide Petrella con cui ho scritto e i due produttori Katoo e Dardust. È la prima volta che partecipo così intensamente alla scrittura delle mie canzoni: è un mondo meraviglioso. In passato mi sono raccontata attraverso altri, farlo con la mia penna è meraviglioso. Mi emoziona veder il mio nome assieme a quello degli altri autori”, ha rivelato al Corriere della Sera.



© RIPRODUZIONE RISERVATA