Alessandro Cecchi Paone, fuorionda choc a Mattino5/ “Por*a Put*ana cambiate mestiere”

- Hedda Hopper

Alessandro Cecchi Paone, fuorionda choc a Mattino5 per i problemi di audio: “Por*a Put*ana cambiate mestiere”

Alessandro Cecchi Paone
Alessandro Cecchi Paone

Alessandro Cecchi Paone è sicuramente uno dei volti noti al pubblico di Mattino5. L’opinionista è spesso ospite sia nella parte dedicata alla politica e all’attualità e sia l’ultima, quella dedicata al gossip, condotta da Federica Panicucci. Proprio nei giorni scorsi, in collegamento da Roma, sembra proprio che il conduttore abbia perso le staffe per via di quello che di solito ci piace etichettare come problemi tecnici ovvero quelli con l’audio. Il conduttore era stato invitato per parlare di Grande Fratello Vip ma è riuscito a dire poco e a sentire poco visto che i continui problemi impedivano la normale comunicazione con lo studio. Proprio in uno di questi momenti, è spuntato un fuorionda choc che gli amici di Striscia la Notizia non si sono lasciati sfuggire.

ALESSANDRO CECCHI PAONE FUORIONDA CHOC A MATTINO5

Al grido di “P*** putt*** cambiate mestiere”, Alessandro Cecchi Paone è finito proprio in onda durante il tg satirico di Antonio Ricci. A causa di un problema tecnico, il conduttore e opinionista fisso, o quasi, di Federica Panicucci, ha dato di matto usando parole poco carine rivolgendosi ad uno dei tecnici presenti a Roma: “Ma come è possibile che non ci sia una cazz*** di linea che tenga?… P*** put***, manco fossimo una televisione locale. Ogni volta c’è un problema, ogni santa volta. Adesso devo parlare su, con la direzione generale. Ogni santa volta che sto a Roma cade la linea”. In un primo momento non è venuto a galla questo fuorionda choc ma la stessa Federica Panicucci, molto probabilmente il giorno dopo, ha avuto Alessandro in studio e subito ha sottolineato: “Adesso non ci saranno problemi tecnici” ma nessuno aveva subito carpito il significato di questa frase, almeno fino all’altra sera. Clicca qui per vedere il video del momento.



© RIPRODUZIONE RISERVATA