Alice, Giuni Russo, Milva: Franco Battiato e le “sue” donne/ “Con loro mi limitavo a fare il sarto”

- Stella Dibenedetto

Franco Battiato e la collaborazione artistica con Alice, Milva e Giuni Russo: “Quando ho lavorato con loro mi sono limitato a fare il sarto”.

Franco Battiato
Franco Battiato (Foto Wikipedia)

Le collaborazione di Franco Battiato con Alice, Milva e Giuni Russo

Franco Battiato, oltre ad aver cantato personalmente i brani che scriveva, ha lavorato anche con alcune grandi interpreti della musica italiana. Quando si parla di Franco Battiato non si può non fare riferimento ad Alice, Milva e Giuni Russo che divisero il proprio percorso artistico con il grande maestro siciliano. L’incontro tra Alice e Battiato avvenne nel 1981 per il brano “Per Elisa2 che Alice portò al Festival di Sanremo con cui vinse scalando le classifiche italiane. La collaborazione con Milva arrivò nel 1982 quando Battiato consegnò nelle mani di Milva, scomparsa poche settimane fa, un brano diventato immediatamente un grandissimo successo come «Alexander Platz». “Dovendo scrivere la canzone pilota del disco di Milva, pensai subito a Alexander Platz. Milva, per un certo periodo, è stata un’artista più tedesca che italiana in quanto a popolarità… La immaginai a Berlino Est: un’italiana che lavorava a Berlino Est e desiderava fuggire verso una vita diversa”, raccontava Battiato.

Franco Battiato, Carmen Consoli l’ultimo “amore artistico”

Dopo Alice e Milva, Franco Battiato, nel corso della sua straordinaria carriera, divise la propria strada anche con Giuni Russo. La collaborazione tra i due artisti portò alla nascita di brani come «Una vipera sarò», «Crisi metropolitana» e «L’addio». Tra Giuni Russo e Battiato, inoltre, nacque anche una grande amicizia che durò fino alla prematura scomparsa di Giuni Russo. Infine, tra le tante artiste con cui ha collaborato Battiato spicca anche Carmen Consoli, siciliana come il grande maestro. Quando parlava di Alice, Giuni Russo e Milva e del percorso artistico condiviso con loro, Battiato diceva: «Quando ho lavorato con Milva, Alice e Giuni Russo, mi sono limitato a fare il sarto: prendevo le misure».



© RIPRODUZIONE RISERVATA