Amadeus contro Alfonso Signorini/ “Talpa in Rai per Sanremo? Non ci ho visto più…”

- Silvana Palazzo

Amadeus contro Alfonso Signorini: il caso della Talpa in Rai che ha rivelato i cantanti in gara al Festival di Sanremo. “Questione di rispetto. Non ci ho visto più e…”

sanremo 2020 amadeus
Amadeus a Domenica In

C’è un caso “talpa” al Festival di Sanremo 2020. Lo ha confermato Amadeus oggi nella conferenza stampa nella quale ha annunciato il cast definitivo della sua edizione della kermesse. «Ogni volta che incontravo o andavo a cena con qualcuno, il giorno dopo vedevo tutto riportato sui giornali. È evidente che qualcuno ha parlato». Così Alfonso Signorini su Chi ha svelato in anticipo i nomi dei big di Sanremo ’70. Amadeus per questo è andato su tutte le furie, quindi ha concesso un’intervista della quale poi si è scusato oggi con i giornalisti. A Repubblica, infatti, ha consegnato la lista dei Big. «Vi chiedo scusa ma non ci ho visto più. È stato un gesto dettato dall’impulsività ma di cui ero assolutamente consapevole. Fin dall’inizio, comunque, i nomi definitivi erano 24. E avrei voluto svelare tutto soltanto nella serata del 6 gennaio». Sull’annuncio dei Big, Amadeus ha spiegato che ha agito di impulso, non con ingenuità. «Mi sono arrabbiato il 30 sera, perché non volevo che i nomi fossero usciti su un solo giornale. I nomi sono sempre stati 24 e non l’ho mai detto a nessuno».

AMADEUS CONTRO SIGNORINI: “TRA COLLEGHI NON SI FA…”

Amadeus aveva pensato di rivelare 20 nomi dei concorrenti del Festival di Sanremo 2020. «Mi ero reso conto che come pensavo a un nome lo vedevo in giro pubblicato da qualche parte». E quindi ha affermato: «Avevo un microfono e non lo sapevo… Ho capito di avere vicino a me una spia. Allora ho pensato di darne 20 e tenermene 4. Poi ho pensato che ero troppo cattivo e malpensante e ne ho comunicati 22». Quando li ha visti sul giornale si è arrabbiato, da qui la decisione di consegnare la lista a Repubblica. «Ho scelto, non ingenuamente, sapendo di fare una cosa non corretta di darlo a un quotidiano. Di questo chiedo scusa: non volevo che un solo cartaceo che potesse fare la parte del direttore artistico e spoilerare la notizia. Che poi tra colleghi non si fa, è una questione di rispetto». E quindi sembra lanciare un attacco ad Alfonso Signorini, come poi ha fatto Andrea Laffranchi anche per altri motivi: «Chiariamo il concetto di esclusiva e anteprima, cari amici di Chi. La lista di Sanremo sbandierata era sbagliata. Questa settimana “Eros parla per la prima volta dopo la seperazione da Marica”. Lo aveva già fatto (guarda caso su Corriere)».



© RIPRODUZIONE RISERVATA