Amanda Knox: “Rudy Guede dica la verità”/ “Smetta di incolparmi per Meredith Kercher”

- Davide Giancristofaro Alberti

Lungo e duro sfogo di Amanda Knox nei confronti di Rudy Guede, da ieri tornato libero dopo aver scontato la condanna per l’uccisione di Meredith Kercher

amanda knox christopher robinson 2019 lapresse 640x300
Amanda Knox e Christopher Robinson (Foto: LaPresse)

E’ duro lo sfogo di Amanda Knox nei confronti di Rudy Guede, il ragazzo condannato a 16 anni di carcere per l’omicidio di Meredith Kercher, uscito ieri dal carcere dopo aver scontato la sua pena. Attraverso le pagine di Twitter l’ex studentessa americana ha affidato la propria rabbia nei confronti dello stesso condannato e nel contempo della giustizia italiana. Amanda Knox dice infatti di essere stata «ingiustamente condannata» in primo grado a 26 anni di galera, nonostante le impronte di Rudy Guede «erano state trovate sporche del sangue di Meredith, il cui Dna era sul corpo della ragazza, e che è fuggito immediatamente dal Paese mentre io collaboravo con la polizia, è stato condannato a 30 anni, poi ridotti a 16 in appello».

E ancora: «Guede possiede un enorme potere di guarire le ferite degli altri danneggiati dalle sue azioni. Può dire la verità, assumersi la responsabilità e smetterla di incolparmi per lo stupro e l’omicidio di Meredith Kercher, che moltissime prove dimostrano ha commesso da solo». Secondo Amanda Knox si tratterebbe di un gesto nei confronti della famiglia della ragazza britannica assassinata, ma anche verso la stessa americana e Raffaele Sollecito, entrambi arrestati, condannati e incarcerati, prima di venire completamente scagionati.

AMANDA KNOX VS RUDY GUEDE: E CE NE HA ANCHE PER I MEDIA…

La verità, secondo Amanda Knox, riuscirebbe a mettere fine alle «torbide speculazioni su questo caso» e «ripristinerebbe la mia reputazione ingiustamente danneggiata assieme a quella di Raffaele». Stando alla giovane, recentemente diventata mamma e che ha ammesso negli scorsi giorni di aver contattato la famiglia della Kercher, anche i media hanno fatto la loro parte nella storia, giudicando Rudy Guede come «l’unico condannato», e ciò «implica che ci fossero più parti responsabili. Ma non c’erano. Guede ha agito da solo».

Amanda Knox lo descrivere invece come «L’uomo che ha ucciso Meredith Kercher e ha incolpato un’innocente ragazza americana». La ragazza ha passato 4 anni dietro le sbarre, ma non esclude di poter perdonare Rudy Guede «Se mostrasse vero rimorso… lo applaudirei, gli augurerei ogni bene ed esorterei gli altri a guardare la sua umanità». Quindi conclude il suo sfogo social scrivendo: «Rudy è cambiato? Dicono che la verità ti renderà libero. Oggi è libero e deve ancora dire la verità, permettendo agli altri di continuare a portare il peso della sua colpa».





© RIPRODUZIONE RISERVATA