Andreea Rabciuc/ L’amico Francesco: “Ecco tutto quello che è successo quella sera”

- Davide Giancristofaro Alberti

Dove è finita Andreea Rabciuc? La ragazza rumena scomparsa da Ancona da più di due mesi non si trova: gli aggiornamenti da Mattino5

andreea rabciuc 2022 c5 640x300
Francesco, amico di Andreea Rabciuc, a Mattino5

Mattino5 torna a trattare il caso di Andreea Rabciuc, la giovane ragazza rumena sparita dalla provincia di Ancona da più di due mesi, e di cui si sono perse le tracce. In studio presso il programma di Canale 5, Francesco, l’amico che era con la ragazza la sera prima di sparire. “Ho conosciuto Andreea e il fidanzato quella sera, quindi è difficile capire dove sia andata. Li vedevo ogni tanto al bar ma erano conoscenti di vista, non li conoscevo bene, si facevano due chiacchiere e poi andavo via. Abbiamo deciso di passare una serata insieme per conoscerci meglio, ho messo a disposizione la mia roulotte, abbiamo bevuto e ci siamo divertiti, abbiamo fatto una serata fra amici. Aurora, altra ragazza che era nella roulette, è andata con Simone a Jesi ma non so per fare cosa, dovreste chiederlo a lui”.

“Mi sembrava strano che mi volesse lasciare da solo con la sua ragazza – ha proseguito Francesco parlando di Andreea Rabciuc – neanche ci conoscevamo. Loro due avevano un po’ litigato e non voleva portarsela dietro, avevano litigato per cose di coppia, discuteva lui più che altro, Andreea stava in silenzio; lui diceva cose non molto carine per gelosia. Non so cosa ha scatenato la sua gelosia ma c’era tensione come se qualcosa gli desse fastidio ma non so per quale motivo. Geloso di me no, forse qualcosa dei giorni precedenti, qualcosa fra di loro”.

ANDREEA RABCIUC, PARLA FRANCESCO: “SIMONE SI E’ TENUTO IL TELEFONO DELLA RAGAZZA”

“L’ha insultata ma non l’ha aggredita – ha continuato l’amico di Andreea Rabciuc – non capivo cosa stesse succedendo, non è normale insultare una ragazza, eravamo un po’ a disagio e un po’ seccati. Andreea ha più che altro ha subito, poi attorno alle 6:30 del mattino ha deciso di andarsene”. Sul cellulare di Andreea trattenuto da Simone: “Non so perchè gliel’abbia trattenuto. Simone mi ha raccontato che non era la prima volta che Andreea se ne andava, poi ha detto che avrebbe chiamato il compagno della mamma di Andreea ma non l’ha chiamato”.

Poi ha aggiunto: “Noi siamo stati in chiamata con WhatsApp mentre Simone e Aurora erano andati via, di modo che così dimostravo che con Andreea non avevo fatto nulla. Poi è tornato Simone e Andreea gli ha fatto vedere il telefono, poi il telefono non gliel’ha ridato più nonostante Andreea gliel’abbia chiesto almeno 20 volte”. E ancora: “Io Simone l’ho visto la domenica successiva e non mi ha detto subito che Andreea non si trovava ma me l’ha detto dopo circa venti, trenta minuti”. Perchè non ha difeso Andreea? Domandano Francesco: “Temevo che la situazione peggiorasse, e che se mi fossi messo in mezzo si sarebbe potuto arrivare alle mani. Il problema non è quanto è successo nella roulotte ma fuori. Simone l’ho visto qualche settimana fa, ho cercato di conoscerlo meglio, lui è provato, non lo vedo sofferente. Più preoccupato io? Forse sì, fosse sparita la mia ragazza starei a cercarla giorno e notte, ho la sensazione che ha lasciato in mano tutto agli inquirenti. E’ ancora viva? E’ strano che sia partita e non si trovi”. Anna Vagli, criminologa in collegamento, commenta: “Francesco ha percepito un atteggiamento un po’ violento di Simone, ha percepito un timore quando dice di aver fatto una videochiamata. Sono passati più di due mesi e non è possibile pensare che una ragazza che non è coperta da nessuno, si sia allontanata e riesca a far perdere le tracce”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA