Anello incastrato al dito: bimba 11 anni in ospedale/ Ostia, “liberata” dai pompieri

- Emanuela Longo

Anello incastrato e dito gonfio: paura per una bambina di 11 anni. La corsa in ospedale a Ostia e l’intervento di 15 Vigili del fuoco

anello incastrato bambina
Anello incastrato: bambina di 11 anni liberata da pompieri

Una brutta disavventura estiva che probabilmente racconterà ai suoi compagni tra qualche settimana, quella capitata a una bambina di 11 anni, la quale si è ritrovata con un anello incastrato al dito. E’ capitato a tutti di provare momenti di panico per via di un anello che, una volta indossato, è poi risultato difficile da estrarre. Solitamente però, con un po’ di pazienza e del sapone, la paura si è tramutata solo in un brutto ricordo. Rischiava di non andare così, però, per una bambina di 11 anni di Ostia, che ieri sera, come racconta l’Agi, si è resa protagonista di una corsa all’ospedale Grassi della città sul litorale romano a causa di un anello rimasto incastrato al dito anulare e senza nessuna intenzione di venire via, al punto da bloccarle la circolazione sanguigna. Per tale ragione, il dito della piccola si è gonfiato vistosamente e al panico iniziale si è aggiunta la grande paura tale da correre in ospedale e chiedere aiuto. Tuttavia, il caso che i medici del Pronto Soccorso si sono ritrovati davanti è risultato più difficile del previsto e per questo è stato richiesto l’intervento della squadra dei Vigili del Fuoco, accorsa in poco tempo nel nosocomio.

ANELLO INCASTRATO AL DITO: BIMBA LIBERATA DAI POMPIERI

Un intervento a dir poco singolare, quello richiesto ieri ai pompieri di Ostia che si sono adoperati per liberare il prima possibile dalla morsa dell’anello la bambina 11enne il cui dito della mano sinistra era ormai diventato gonfio in maniera preoccupante. Intorno alle ore 21, i Vigili del fuoco sono così intervenuti presso il pronto soccorso dell’ospedale Grassi imbattendosi in un problema banale ma dalla soluzione più complessa del previsto. L’anello al dito della bambina, infatti, non voleva saperne di sfilarsi e mentre il dito diventava sempre più violaceo, dopo i vari interventi medici con l’uso di olio di vaselina e spago, solo i pompieri del comando di Roma avrebbero potuto risolvere definitivamente, con le attrezzature adeguate, il problema. L’operazione, come spiega IlFaroOnline, ha impiegato un vasto numero di pompieri che man mano arrivavano con strumenti sempre più mirati. Alla fine erano circa cinque gli uomini che si sono susseguiti attorno alla bambina, finalmente liberandola. Il caso ha però voluto che dopo pochi minuti un’altra ragazza con il medesimo problema si presentasse nello stesso pronto soccorso, trovando però, fortunatamente, una rapida soluzione a differenza di quanto accaduto con la bimba di 11 anni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA