ANTONINO CHEF ACADEMY/ Eliminato 3°puntata: Andrea Silvestro

- Stella Dibenedetto

Antonino Chef Academy, anticipazioni e diretta della terza puntata. Andrea Silvestro è l’eliminato della settimana dopo le tre prove

Antonino Chef Academy
I concorrenti di Antonino Chef Academy (foto Sky)

La terza puntata di Antonino Chef Academy si è concluso con un nuovo eliminato. Si tratta di Andrea Silvestro, l’aspirante chef che nella classifica finale delle tre prove si è posizionato all’ultimo posto con 13 voti. L’ultima prova ha visto gli aspiranti chef protagonisti di un test dedicato al mondo della pasticceria con un ospite speciale: il pasticciere Paolo Griffa. Per l’occasione i concorrenti hanno dovuto preparare un dolce utilizzando alcuni strumenti portati in aula proprio dal pasticceria famoso per il suo mix unico di qualità e bontà delle sue opere dolciarie. Ecco gli strumenti che Paolo Griffa ha portato per i concorrenti: la carta lampo, l’azoto, lo zucchero effervescente, il pennello e l’isomalto. Partendo da questi strumenti i concorrenti hanno dovuto preparare un dolce “divertente”. Ecco la classifica finale dopo la terza prova: Marzullo: 19 (5 test approfondimento), Bartolini: 19 (5), Milone: 21 (6), Petito: 22 (7), Liu: 17 (5), Bonseri: 16 (5), Sparesotto: 17 (4), Silvestro: 13 (5). A lasciare il cooking show è propio Andrea Silvestro. (aggiornamento di Emanuele)

Chi sarà Eliminato? Test dedicato alla pasticceria

Antonino Chef Academy prosegue la sua corsa verso la finale. La terza puntata ha segnato l’ingresso nell’accademia di Bonseri che ha battuto nella sfida Marika Giubilato. Dopo la sfida fuori sede, gli aspiranti chef sono chiamati a seguire la lezione di tecnica della cucina che questa settimana è dedicata alla cucina francese. Lo chef prepara dinanzi agli occhi degli allievi tre ricette tipiche francesi: crépinette, flan e una salsa bernese. Dopo la dimostrazione dello chef spetta ai concorrenti mettersi alla prova: Luccio: Marzullo e Milone; Carpa: Sparesotto e Bartolini; Scorfano: Liu e Petito; Gallinella: Bonseri e Silvestro. Ecco i voti della prima prova: Petito: 7; Marzullo: 8; Sparesotto: 5; Bonseri: 5; Milone: 7; Bartolini: 6; Silvestro: 3; Liu: 6. La prova fuori sede vede gli allievi spostarsi a Milano presso il ristorante Savini dove affrontano una duplice prova:  quella di maître e camerieri. I concorrenti vengono separati e divisi in due squadre: la verde con Bonseri, Liu, Silvestro e Marzullo e l’arancione con Bartolini, Sparesotto, Petito e Milone. Neppure il tempo di riprendersi che arriva il momento della terza prova: un test di approfondimento dedicato al il mondo della pasticceria. (aggiornamento di Emanuele)

Giubilato eliminata nella sfida contro Bonseri

Al via la terza puntata di “Antonino Chef Academy“, il cooking show condotto da Antonino Cannavacciuolo su Sky Uno. La prima parte della puntata è dedicata alla sfida in esterne tra Marika Giubilato che, dopo essere stata rimandata, è chiamata a sfidare il concorrente esterno Bonseri. I due aspiranti chef si sfidano nella prima prova teorica, ma la Giubilato non brilla. La prova successiva è pratica e vede i due concorrenti chiamati a disossare un prosciutto. Anche in questa prova la Giubilato non riesce ad eccellere visto che non riesce a disossare il prosciutto cosa che, invece, Bonseri termina. La terza ed ultima prova è quella decisiva per Giubilato; i due sfidanti sono chiamati a cucinare un piatto a loro scelta purché rispetti l’unica richiesta: la presenza del caffè tra gli ingredienti. La sfida si conclude con la Vittori di Bonseri e con l’eliminazione di Marika Giubilato. (aggiornamento di Emanuele)

Sfida in esterna tra Giubilato e Borseri

Antonino Chef Academy, il cooking show di Antonino Cannavacciuolo torna con la terza puntata trasmessa come sempre in prima serata su Sky Uno. Questa settimana in apertura assisteremo alla sfida tra Marika Giubilato e il concorrente esterno Borseri. La concorrente, infatti, durante la seconda puntata era stata rimandata da Cannavacciuolo e per questo motivo dovrà confrontarsi in una prova fuori sede con un concorrente estere. Si tratta di una prova diversa rispetto alle altre che si svolgerà in esterna visto che gli aspiranti chef si sfideranno in quel di Milano, per la precisione presso Savini, il famosissimo ristorante milanese collocato nella splendida location di Galleria Vittorio Emanuele. Come sempre durante la puntata lo chef napoletano accoglierà anche un gradito ospite: il pasticcere Paolo Griffa. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Eliminato e diretta 26 novembre: Paolo Griffa ospite

L’ospite della serata di Antonino Chef Academy sarà Paolo Griffa. Il pasticcere sarà ospite di Cannavacciuolo che lo presenterà ai suoi giovani apprendisti, probabilmente per sottoporli a qualche dura prova. Griffa è un giovane talento, nato infatti nel 1991 a Carmagnola. Il suo grande salto di qualità lo ha fatto alla fine del 2017 al Grand Hotel Royal e Golf di Courmayeur. Vedremo stasera come se la caverà e se come sembra si passerà a lavorare sui dolci, un tasto sempre dolente per i giovani che si apprestano a provare lo slancio verso la carriera da professionisti. Di certo la giovane età di Paolo Griffa porterà il vantaggio di avere una comunicazione più tranquilla e fluida con i tanti ragazzi protagonisti di questo nuovo e brioso talent cook show. (agg. di Matteo Fantozzi)

Cannavacciuolo troppo buono?

Il rischio in cui sta cadendo Antonino Chef Academy è quello di aver proposto come unico showman Antonino Cannavacciuolo. Il re di Villa Crespi è sicuramente molto competente, ma è anche decisamente troppo buono. Se a Masterchef la sua figura è stata bilanciata dalla presenza prima di Carlo Cracco e poi di Giorgio Locatelli nel nuovo programma di Sky Uno sembra mancare verve. Le pacche sulle spalle dello chef campano non sono bastate a intimorire un gruppo di giovani che sembrano avere grande personalità. Antonino però è così, tanto fumo e niente arrosto e cioè voglia anche di alzare la voce ma senza troppa convinzione. Ed è per questo che sorgono dei dubbi sul talent cook show visto che in passato più volte è stato dimostrato come sempre e comunque i toni forti siano quelli più graditi al pubblico. (agg. di Matteo Fantozzi)

L’eliminazione di Andrea Russo

Martedì 26 novembre, alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455, va in onda il terzo appuntamento con Antonino Chef Academy. Dopo le prime due puntate, gli studenti dell’accademia culinaria andranno in trasferta. La terza puntata vedrà studenti in trasferta al Savini, in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano per affrontare tre sfide diverse e molto complicate. Dopo l’eliminazione di Andrea Russo al termine della prima puntata e quella di Elisa Truffelli alla fine del secondo appuntamento, la terza puntata si aprirà con il destino di Marika Giubilato che, dopo essere stata rimandata, per poter restare in accademia, dovrà superare una sfida con Tommaso Borseri, un aspirante allievo dell’accademia. Tra Tommaso e Marika, dunque, chi riuscirà ad unirsi a Marzullo, Bartolini, Liu, Silvestro, Petito, Sparesotto e Milone?

La sfida tra Tommaso Borseri e Marika Giubilato

Tre nuove prove attendono gli allievi di Chef Academy. Antonino Cannavacciuolo guiderà gli aspiranti chef che dovranno dimostrare di avere tutte le qualità per poter lavorare nella grande cucina del ristorante Villa Crispi. Nella terza puntata, gli allievi ufficiali dovranno affrontare l’ingresso del nuovo candidato. Tommaso Borseri, infatti, punta a conquistare un posto nella prestigiosa accademia e per riuscirci dovrà superare la sfida con Marika Giubilato, rimandata dallo chef al termine dello scorso ciclo didattico. Laa sfida tra i due farà salire la tensione tra tutti gli studenti che si sentiranno in pericolo e cominceranno a temere di poter perdere il posto che occupano in accademia da un momento all’altro.

Le prove di Antonino Chef Academy

Quali prove, invece, dovranno affrontare gli allievi di Antonino Chef Academy? Nella prova tecnica che si svolgerà nell’Aula Magna del Castello Dal Pozzo di Oleggio Castello, i ragazzi dovranno confrontarsi con le difficoltà della cucina francese preparando una perfetta crepinette, un flan e una salsa tradizionale. Durante la trasferta nel centro di Milano per il test fuori sede, i ragazzi saranno al Savini, in Galleria Vittorio Emanuele II, dove indosseranno i panni da maître per dimostrare di riuscire ad organizzare anche un servizio di sala. Durante il test di approfondimento, infine, gli allievi saranno alle prese con le insidie della pasticceria. Per questa prova, Antonino Cannavacciuolo ospiterà lo chef pasticcere Paolo Griffa. Alla fine di ogni prova, i concorrenti riceveranno un punteggio. La somma di tutti i punteggi decreterà la classifica finale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA