Arbitro Pasqua, VAR Udinese-Milan/ Video: braccio di Samir, ma niente rigore

- Silvana Palazzo

Arbitro Pasqua, VAR Udinese-Milan video: tocco di braccio di Samir, ma niente rigore per il direttore di gara. Tra le polemiche rossonere…

samir udinese milan var 1
Samir, tocco di braccio in Udinese-Milan?

Il Var continua a far discutere. E nel caso di Udinese-Milan fa infuriare i rossoneri. L’arbitro Pasqua di Tivoli non ha visto alcun tocco di Samir nell’area di rigore della squadra bianconera. Interviene l’on field review, ma si riparte dalla rimessa dal fondo, perché non vengono ravvisati gli estremi per il tiro dal dischetto. L’episodio è avvenuto all’82’ e poteva essere decisivo ai fini del risultato. Anche per questo il Milan ha reclamato il calcio di rigore. Nel post partita il difensore Romagnoli a Milan Tv ha protestato con veemenza contro la decisione dell’arbitro. «Il Var doveva vedere che era mano netta. Sono episodi che cambiano la partita e fanno la differenza. Era rigore, non so come l’arbitro l’abbia vista diversamente». Ha preferito evitare le polemiche invece l’allenatore rossonero Giampaolo: «Sapete cosa penso sui falli di mani in area. Può essere anche rigore, ma conta l’interpretazione dell’arbitro in episodi del genere. Non c’è un giusto o sbagliato».

ARBITRO PASQUA, VAR UDINESE-MILAN: BRACCIO DI SAMIR, NIENTE RIGORE

La (non) decisione è destinata a far discutere. Così come aveva fatto discutere il tocco di braccio di Sam Castillejo al 45′, quando al limite dell’area di rigore del Milan ha rischiato grosso su cross dalla destra di Stryger-Larsen. C’è stato in questo caso silent check per l’arbitro Pasqua, che poi ha ordinato la ripresa del gioco senza on field review. La decisione non convince: la punizione per l’Udinese dal limite era la decisione migliore. Al 70′ un altro episodio. Piatek, pescato in verticale da Suso, ingaggia un duello in velocità con Ekong che lo trattiene leggermente, ma lui accentua la caduta. L’arbitro Pasqua lascia correre senza l’ausilio del Var. Non interviene neppure sul buffetto del difensore al centravanti polacco. Ma è quello dell’82’ l’episodio che fa più discutere, perché più controverso. Pasqua, dopo aver rivisto l’azione al Var, non concede il calcio di rigore, nonostante ricordasse quello sanzionato da Massa per il tocco di mano di Zielinski ieri.



© RIPRODUZIONE RISERVATA