Armando Incarnato, lite con una signora del pubblico/ Uomini e Donne: “è squallida”

- Stella Dibenedetto

Armando Incarnato litiga con una signora del pubblico del trono over di Uomini e Donne per il suo interesse per la nuova dama Valentina: “squallida”.

armando incarnato uomini donne
Armando Incarnato, Uomini e Donne

Armando Incarnato litiga con una signora del pubblico nella nuova puntata del trono over di Uomini e Donne. Tutto nasce quando Maria De Filippi fa accomodare al centro dello studio Valentina, una nuova dama che, con la sua bellezza, ha colpito molti cavalieri tra i quali lo stesso Armando che non nega affatto il proprio interesse nel consocerla al punto che Gianni Sperti ipotizza che Armando sarà il suo primo pretendente ufficiale. “Mi piace, è bellissima”, afferma Armando scatenando la reazione di Genny, la dama con cui stava uscendo e che non accetta il modo con cui Armando sta guardando Valentina. A dar man forte a Genny è una signora del pubblico che chiede a Maria De Filippi di poter intervenire. Le parole della signora, scatenano la dura reazione di Armando.

Armando Incarnato contro una signora del pubblico a Uomini e Donne: “squallida”

Una signora del pubblico punta il dito contro Armando Incarnato reo di aver guardato Valentina in modo poco consono. “Sei stato tutto il tempo a leccarti le labbra e la guardavi“, afferma la signora. “Tu, secondo me non stai bene”, replica Armando. “No, io sto benissimo”, risponde la signora che poi rincara la dose – “tu non sei stato per niente carino. Non si corteggiano così le donne”. “Corteggiano? Quella ora è arrivata, già avete fatto il quadro“, risponde Armando che poi aggiunge – “guarda che io sono una persona molto simile davanti ad una persona che mi può piacere. Sei stata squallida”. “Squallida non me lo dici perchè non mi conosci. Nel momento in cui hai un atteggiamento che non è consono nel guardare una donna, io te lo dico”. Armando, così, chiama in causa la stessa Valentina. “Posso dire che lui un po’ ammiccava, ma non a quei livelli. Mi guardava, è vero, ma non è stato volgare”, conclude Vaentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA