BARRY/ Il doppio successo della serie con Bill Hader

- Antonio Napoli

La serie tv creata da Alec Berg e Bill Hader è una divertente parodia del genere crime e un’ironica rappresentazione del mondo degli aspiranti attori

barry serietv WEB1280 640x300
Bill Hader nei panni di Barry

Barry è una bella e divertente serie tv prodotta da HBO nel 2018 e che potete trovare sulla piattaforma streaming di SkyGo e NowTv.  Creata da Alec Berg e dal comico americano Bill Hader, che per il ruolo di attore protagonista ha vinto ben due Emmy consecutivi, la storia racconta la vita di Barry Bergman, un ex marine, che in Afghanistan ha scoperto di avere particolari abilità da cecchino e che, al suo ritorno in patria, si trasforma per vivere in un killer a basso costo.

Insoddisfatto della vita a cui lo costringe il suo “manager”, un lontano parente, in una delle sue “missioni” capita in una scuola di recitazione nella periferia di Los Angeles e scopre di avere la vocazione dell’attore. Comincia così a seguire – facendosi chiamare Barry Block – i corsi del maestro Gene Cousineau, interpretato magistralmente da Henry Winkler, il famoso Fonzie di Happy Days, e conosce Sally, di cui presto si innamora. Com’è facilmente immaginabile, ogni tentativo per dismettere il lavoro del killer e dedicarsi esclusivamente alla recitazione fallisce miseramente.

Barry riesce a essere contemporaneamente una parodia molto divertente del genere “crime” che domina da anni il mondo delle serie tv e un’ironica e amara rappresentazione del mondo degli aspiranti attori, coloro che vivono nell’attesa di un provino o della telefonata di un agente.

Così nelle due stagioni (16 episodi di 30 minuti l’uno) assistiamo sia a una versione aggiornata del genere “comico noir”, con tanto di stragi e morti ammazzati, bande criminali cecene e sudamericane che operano indisturbate, e complesse indagini di polizia, che a una graziosa e delicata storia romantica. Quello che colpisce è però la straordinaria capacità degli autori di caratterizzare ogni personaggio, di centrare la natura psicologica dei protagonisti, che pur all’interno di un racconto paradossale e senza senso, si presentano realistici e desiderosi di normalità.

Infine, meritano una segnalazione Antony Carrigan, che interpreta NoHo Hank, un membro della banda cecena, Stephen Root, lo zio-manager di Barry, e la giovane attrice canadese Sarah Goldeberg nei panni di Sally, brillante e assolutamente perfetta “nella parte”.

— — — —

Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente.

SOSTIENICI. DONA ORA CLICCANDO QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA