BASSETTI: “SERVE OBBLIGO VACCINALE”/ “Mandiamo carabinieri a casa dei no vax, così…”

- Davide Giancristofaro Alberti

Il professor Matteo Bassetti torna a scontrarsi con i no vax, appellandosi all’obbligo vaccinale per coloro che si rifiutano di vaccinarsi: le sue parole a Tagadà su La7

bassetti tagada la7 2021 640x300
Bassetti a Tagadà

Matteo Bassetti in tackle sui no vax, l’esperto invoca l’obbligo vaccinale. L’infettivologo del San Martino di Genova ha spiegato ai microfoni di TgCom24: «Ogni volta che un non vaccinato arriva in ospedale, per me è una sconfitta. Per proteggere il nostro sistema sanitario, per difenderlo dall’ondata no vax, l’unico strumento è l’obbligo vaccinale».

Secondo Matteo Bassetti, infatti, l’unico modo per uscire dalla pandemia è riuscire a vaccinare tutti e lo strumento necessario è l’obbligo, «non per categorie di lavoratori ma per età». Bassetti ha aggiunto: «Tutti coloro che hanno più di 40 anni, visto che sono quelli che in questo momento arrivano in ospedale contagiati, dovrebbero vaccinarsi. Io rimango di questa idea. Abbiamo uno strumento per proteggerci. Chi non lo utilizza andrebbe obbligato». (Aggiornamento di MB)

BASSETTI: “MANDIAMO CARABINIERI A CASA DEI NO VAX”

Torna a parlare di obbligo vaccinale il professor Matteo Bassetti, primario di malattie infettive della clinica San Martino di Genova, e lo ha detto durante un intervento di ieri pomeriggio presso gli studi di Tagadà, programma di La7 condotto da Tiziana Panella. Come al solito il noto camice bianco genovese non si è risparmiato nei confronti dei no vax, le persone che non si stanno vaccinando contro il covid, dicendo: “Credo che il nostro paese abbia grosse responsabilità dal punto di vista culturale. La nostra scuola e le nostre università devono rispondere dello stato di salute del Paese da questo punto di vista. Quando sento le parole dei no-vax che negano la pandemia sono certo di essere davanti all’analfabetismo funzionale”.

Quindi Bassetti ha rincarato la dose: “Dopo il Covid dovremo ripensare al nostro sistema educativo. Capisco la paura del vaccino, ma negare la pandemia e sostenere cure a base di erbe e bacche è grave, qualcosa su cui la politica dovrebbe agire. Per queste persone l’unica alternativa possibile è l’obbligo vaccinale. Bisognerebbe mandare i carabinieri a casa a prenderli”.

BASSETTI: “NEL MIO OSPEDALE 8 RICOVERATI SU 14 SONO NO VAX”

E ancora: “Queste persone sono le stesse che corrono in ospedale con 94 di saturazione. Il problema è molto semplice: sei libero di non vaccinarti, ma vivi in una comunità che ha un sistema sanitario che coinvolge tutti e devi rispettarlo. Per farlo devi vaccinarti, altrimenti non sei un buon cittadino”. Inutile sottolineare come l’intervento dell’infettivologo abbia scatenato il caso sui social, soprattutto fra gli ambienti no vax, che da mesi hanno messo nel mirino proprio lo stesso professor Matteo Bassetti, vittima di continue minacce e insulti.

Il medico ha infine sottolineato come nel suo ospedale 8 pazienti sui 14 ricoverati non hanno fatto il vaccino anti covid: “La maggioranza dei pazienti non vaccinati attualmente presente in reparto ha tra i 45 e i 70 anni. Queste persone non riescono a respirare, è come andare sotto l’acqua e non riuscire a riemergere. Sono momenti terribili, perché fare tutto questo solo per andare contro un provvedimento politico? Questa è una sconfitta per tutti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA