BEBE VIO, NIENTE SCIABOLA PARALIMPIADI 2020/ “Spero di poter spiegare dopo le gare”

- Michela Colombo

Bebe Vio non ha partecipato alla gara di sciabola femminile alle Paralimpiadi Tokyo 2020: “Spero di poter spiegare dopo le gare”, appuntamento al fioretto di cui è campionessa

bebe vio scherma lapresse 640x300
Diretta fioretto femminile alle Paralimpiadi Tokyo 2020 - Bebe Vio (LaPresse)

BEBE VIO RINUNCIA ALLA SCIABOLA ALLE PARALIMPIADI TOKYO 2020, SPIEGAZIONE RIMANDATA…

Bebe Vio oggi non sta partecipando alla gara di sciabola femminile alle Paralimpiadi Tokyo 2020, come lei stessa ha annunciato con un video su Instagram. Chiariamo innanzitutto che la sua specialità d’elezione è il fioretto, di cui è la campionessa paralimpica in carica avendo vinto l’oro a Rio 2016 e la stessa Bebe Vio lo ha ribadito affermando che sarà quella “la mia gara”, però la veneta avrebbe voluto raddoppiare il suo impegno ed invece così non sarà: “Purtroppo niente gara di sciabola, questa volta va così. Spero di potervi dare spiegazioni dopo le gare. Grazie a tutti quelli che hanno creduto in me e in questa missione non impossibile ma solo rimandata”.

Attendiamo dunque spiegazioni più dettagliate sull’assenza di Bebe Vio dalla gara di sciabola, ma soprattutto l’attendiamo protagonista nel fioretto alle Paralimpiadi Tokyo 2020, a partire dalla gara individuale che sarà sabato 28 agosto prossimo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA SCIABOLA FEMMINILE PARALIMPIADI 2020 CON BEBE VIO: SARÀ IMPRESA PER LA VENETA?

Oggi, mercoledì 25 agosto 2021, a partire dalle ore 2.00 del mattino italiano Ssi accenderà la diretta della prova individuale della sciabola femminile alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 e la nostra attesa è tutta per Bebe Vio. La schermitrice azzurra, già oro a Rio 2016 per il fioretto, a gran sorpresa sarà dunque attesa sulla pedana del Muhakari Messe B di Tokyo per prendere parte ai primi turni preliminari della nuova arma e davvero non vediamo l’ora di vedere se la nostra beniamina riuscirà ad accedere pure alle finali che valgono il titolo olimpico. Sulla carta l’impresa per Beatrice Vio non si annuncia affatto scontata: la veneta solo da pochissimo si è messa alla prova con la sciabola, nella categoria B e all’attivo ha appena poche gare in Coppa del mondo. Pure Bebe Vio è riuscita a strappare il pass a cinque cerchi: vedremo dunque che accadrà per la diretta della sciabola individuale femminile alle Paralimpiadi di Tokyo 2020.

SCIABOLA FEMMINILE CON BEBE VIO IN DIRETTA TV E STREAMING VIDEO: COME SEGUIRE L’AZZURRA

Segnaliamo che in virtù di un accordo triennale tra la Rai e il CIP, sarà la tv di statuto ad avere l’esclusiva di questa edizione dei giochi a cinque cerchi. Di conseguenza la diretta della gara individuale della sciabola femminile con Bebe Vio sarà visibile, sia pure solo nelle sue fasi salienti, in diretta tv su Raisport +, al numero 57 del telecomando del digitale terrestre. Le finestre da Tokyo per i giochi saranno poi visibili anche in diretta streaming video per tutti, tramite il noto servizio Raiplay. 

CLICCA QUI PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO SU RAI PLAY

DIRETTA SCIABOLA FEMMINILE PARALIMPIADI 2020: LE RIVALI DI BEBE VIO

Come abbiamo accennato prima, benchè Bebe Vio, che è stata pure portabandiera dell’Italia alla cerimonia di apertura delle Paralimpiadi Tokyo 2020, sia tra le atlete più attese, assieme a Rosanna Pasquino, pure qualificata, sono altri i nomi delle favorite alla medaglia d’oro nella sciabola femminile per la categoria B alle Paralimpiadi di Tokyo 2020. Considerando le iscritte, ecco che nomi da tenere a mente saranno certo quelli delle cinesi Tan e Xiao, come pure della thailandese Saysunee Jana, argento alle ultime Olimpiadi di Rio 2016. Occhi puntati pure sulla georgiana Irma Khetsurian, numero 1 al mondo per la categoria, come anche la magiara Boglarka Mezo e Olena Fedora, che pure approdano alla competizioni a cinque cerchi in grandissimo stato di forma. Da segnalare poi a parte ovviamente Rossana Pasquino, sesta la mondo nella sciabola femminile di categoria B, argento pure nella prova a squadra agli Europei di Terni del 2018. Insomma sulla carta la concorrenza per Bebe Vio è davvero tosta: chissà però che la veneta riesca ancora una volta a sorprenderci.







© RIPRODUZIONE RISERVATA