Benevento, 19enne si spara alla testa dopo lite col padre/ Era tornato tardi a casa

- Silvana Palazzo

San Salvatore Telesino (Benevento), 19enne si spara alla testa dopo lite col padre che lo aveva rimproverato perché era tornato tardi a casa. Ora è in condizioni gravissime

Polizia in ospedale
Ospedale (LaPresse, immagini di repertorio)

Un ragazzo di 19 anni a San Salvatore Telesino, in provincia di Benevento, si spara un colpo di pistola alla testa dopo aver fatto lite col padre. Trasferito in eliambulanza da Benevento all’Ospedale del Mare, il giovane versa in condizioni molto gravi. Inizialmente, infatti, era stato ricoverato nell’ospedale San Pio di Benevento, ma in virtù della sua situazione clinica è stato deciso il trasporto presso il nosocomio partenopeo. Il fatto si è verificato alle prime luci dell’alba, alle 04:30 circa. Da una prima ricostruzione dei fatti, che è stata riportata da Rai News, il 19enne avrebbe avuto una lite con il padre, che lo avrebbe rimproverato e richiamato in quanto era rientrato troppo tardi a casa. Questa sarebbe l’origine della tragedia familiare.

Il ragazzo, infatti, avrebbe presto la pistola che il padre possedeva regolarmente, poi se la sarebbe puntata alla testa, premendo il grilletto. La famiglia ha subito chiesto aiuto. Sul posto sono arrivati gli operatori sanitari del 118 che hanno trasportato il 19enne in ospedale. Sull’accaduto stanno indagando i militari dell’Arma, che hanno provveduto a sequestrare la pistola.

TENTATO SUICIDIO DOPO RIMPROVERO DEL PADRE

Al momento la pista più seguita è quella del tentato suicidio a seguito del rimprovero del genitore. Nonostante ciò, i carabinieri stanno eseguendo le indagini e stanno ascoltando i familiari del 19enne per ricostruire le ultime ore del ragazzo prima dello sparo. Quindi, vogliono capire dove sia stato, chi abbia visto e verificare che alla base di quel gesto drammatico non vi siano altre motivazioni. Gli aspetti da chiarire sono diversi. Ad esempio, non è chiaro se la pistola fosse opportunamente custodita e se fosse già tenuta carica o se il 19enne abbia inserito le munizioni prima di premere sul grilletto.

Le prossime ore, inoltre, saranno cruciali per valutare meglio le condizioni del ragazzo, apparse subito gravissime. Proprio per non perdere tempo prezioso è stato fatto intervenire un elicottero, che lo ha subito portato alla volta dell’ospedale di Benevento, da dove poi è stato trasferito all’Ospedale del Mare di Napoli dove è attualmente ricoverato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA