BEPPE FIORELLO/ Film su Riace sospeso dalla Rai: “paradosso produrre e non mandare in onda”

- Emanuele Ambrosio

Beppe Fiorello ospite a “La sai l’ultima? – Digital Edition”. Riguardo al film su Riace sospeso dalla Rai: “non si può tacere di fronte a un fatto realmente accaduto”

Beppe_Fiorello_fiction
Beppe Fiorello

Beppe Fiorello torna in tv ospite de “La sai l’ultima? – Digital Edition“, il varietà condotto da Ezio Greggio venerdì 12 luglio in prima serata su Canale 5. L’attore italiano è uno degli ospiti più attesi della quarta puntata del programma campione d’ascolti del venerdì che vedrà sfidarsi un nutrito cast di barzellettieri capitanati da tre fuoriclasse della comicità italiana: Maurizio Battista, Biagio Izzo e Scintilla. Intanto proprio in questi giorni Beppe Fiorello è stato protagonista per via di alcune dichiarazioni rilasciate in merito alla sospensione del film – fiction dedicato all’ ex sindaco di Riace dai palinsesti 2019/2020 della Rai.  “Rispetto la decisione della Rai che insieme a me ha creduto nel progetto, spero che si tratti di una sospensione temporanea, sarebbe un paradosso produrre e non mandare in onda” ha detto Beppe all’’Adnkronos.

Beppe Fiorello, film su Riace sospeso dalla Rai: “non si può tacere di fronte a un fatto realmente accaduto”

La fiction dal titolo “Tutto il mondo è paese”, dedicata a Riace, non è stata annunciata durante la presentazione dei palinsesti autunnali della Rai tenutasi giorni fa a Milano. Una scelta particolare quella della Rai, considerando che il film è terminato e pronto per la messa in onda. Beppe Fiorello però è convinto che si tratti di una scelta momentanea: “voglio convincermi che questa sia soltanto una sospensione, non un blocco, non c’è ancora una collocazione in palinsesto ma questo non vuol dire che sulla fiction sia stata messa sopra una pietra tombale”. L’attore, infatti, è convinto che la pellicola diventerà molto presto “un fiore all’occhiello del servizio pubblico”. Non solo, Beppe Fiorello ha detto a gran voce: “non si può tacere di fronte a un fatto realmente accaduto, esiste e va raccontata come sono state raccontate migliaia di altre storie scomode e meno scomode”.

Beppe Fiorello: “stimo enormemente Rosario Fiorello”

Una carriera ricca di successi quella di Beppe Fiorello considerato uno dei migliori attori italiani in circolazione. Dalle pagine di Donna Moderna, l’attore si è raccontato aprendo il cassetto dei ricordi e parlando della famiglia. In particolare del padre: “ci ha cresciuto cantandoci le canzoni di Domenico Modugno”. Un’artista a cui l’attore è molto legato e che ha avuto la fortuna di reinterpretare nella fiction dei record “Volare – La grande storia di Domenico Modugno”. Parlando proprio del padre e della sua passione per Modugno ha rivelato: “era identico a lui: stessi baffi sottili, stesse giacche immacolate”. Beppe ha poi rivelato: “soprattutto in famiglia, soffrivo infatti di una timidezza patologica, stavo sempre in disparte. Come a chiedere scusa di esserci. Mi nutrivo con la forza della grande unione che c’era, e c’è, tra noi quattro fratelli”. Impossibile non citare il fratello Rosario Fiorello, showman tra i più amati del panorama italiano. “Stimo enormemente Rosario, ma ancora prima lo amo. Mi ha insegnato tanto”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA