Bergamo, crollo calcinacci in galleria Via Mala/ Colpita un’auto: “Tragedia sfiorata”

- Silvana Palazzo

Bergamo, crollo di calcinacci dalla volta della galleria Via Mala. Colpita un’auto, ma per fortuna nessun ferito. “Tragedia sfiorata”, avviate verifiche per valutare interventi

via mala bergamo calcinacci 640x300
Crollo calcinacci in galleria Via Mala (Foto: Facebook)

Paura in provincia di Bergamo per la caduta di calcinacci in una galleria. Una porzione di calcestruzzo si è staccato dal soffitto della galleria di Via Mala, causando un incidente con tre auto coinvolte. È accaduto questa mattina e a darne notizia è stato il sindaco di Vilminore Pietro Orrù su Facebook. Pare che i calcinacci siano caduti tra le 8 e le 9 di oggi, sabato 11 gennaio 2020. Un paio di auto sono riuscite a schivare i sassi, mentre una terza – come riportato dall’Eco di Bergamo – è stata colpita e ha frenato con l’attivazione degli airbag. Fortunatamente non ci sono feriti. Il sindaco rassicura, spiegando che «la situazione dovrebbe essere sotto controllo», visto che la vicenda è stata presa subito in carico dai funzionari della Provincia con cui sono state concordate le verifiche che cominceranno lunedì 13 gennaio per definire gli interventi da eseguire. Ma la caduta di calcinacci divide la politica locale.

BERGAMO, CALCINACCI IN GALLERIA VIA MALA: COLPITA UN’AUTO

Il deputato di Cambiamo Stefano Benigni attacca il governo e la maggioranza dopo la caduta dei calcinacci dalla galleria di Via Mala. «Hanno deciso di bocciare tutto ponendo la questione di Fiducia, tagliando di fatto la discussione sugli emendamenti». Il riferimento è agli emendamenti presentati in sede di Bilancio. E quindi aggiunge: «Oggi si è sfiorata l’ennesima tragedia con caduta di calcinacci sulle auto che in quel momento stavano transitando». Anche il consigliere regionale Paolo Franco ha detto la sua sulla questione, come riportato dall’Eco di Bergamo: «L’episodio di stamattina dimostra che è necessario un intervento strutturale per la Strada Provinciale in questione, perché parliamo di un territorio troppo fragile». Per questo sta predisponendo una mozione urgente da presentare al Consiglio regionale per chiedere misure speciali per la Via Mala.



© RIPRODUZIONE RISERVATA