Bimbo 12enne segregato: coppia arrestata/ Costa Smeralda, emersa “casa degli orrori”

- Emanuela Longo

Bimbo 12enne segregato: genitori arrestati. Carabinieri scoprono “casa degli orrori” in Costa Smeralda, solo un caso isolato?

Scariche elettriche a fidanzato figlia
Scariche elettriche a fidanzato figlia

E’ stata già ribattezzata come la “casa degli orrori” quella scoperta in Sardegna, dove una coppia di genitori teneva segregato il figlio 12enne. Marito e moglie, come spiega Fanpage.it, sono residenti in una località turistica di Arzachena, in Costa Smeralda ed entrambi sono finiti in manette dopo la scoperta dell’inferno che facevano vivere al loro bambino. Ora, la coppia sarà chiamata a rispondere delle pensantissime accuse di maltrattamenti in famiglia e nello specifico sul figlio minorenne. Le indagini dei carabinieri che hanno provveduto all’arresto di marito e moglie su disposizione della Procura di Tempio Pausania (Sassari), hanno fatto emergere un quadro davvero incredibile. Il bimbo era stato segregato nella villetta di famiglia per ragioni non meglio precisate. Le manette per la coppia sono scattate lo scorso sabato notte dopo la segnalazione anonima ai carabinieri di Olbia di ciò che accadeva all’interno della “casa degli orrori”. Alla luce della condizione drammatica in cui verteva il 12enne, i militari sono intervenuti prontamente con l’arresto dei suoi genitori.

BIMBO 12ENNE SEGREGATO: ARRESTATI GENITORI

E’ prevista per oggi l’udienza di convalida del fermo della coppia accusata di aver segregato il figlio 12enne. Il bimbo, nel frattempo, è stato allontanato dalla sua famiglia e trasferito in una comunità protetta. Secondo quanto scoperto dai carabinieri, intervenuti dopo aver ricevuto una segnalazione, i genitori erano usciti a cena ed aveva rinchiuso il ragazzino in camera a chiave. La porta era sprovvista della maniglia interna rendendo impossibile al minore uscire. La medesima sera è scattato per loro l’arresto. Pare, stando a quanto riferito finora dai giornali locali sardi, che il piccolo abbia anche dei lievi disturbi a livello psicologico. Al momento sono in corso le indagini e procedono di pari passo gli interrogatori ai vicini di casa della famiglia di Arzachena, in Costa Smeralda, per scoprire se si sia trattato di un episodio isolato, seppur inquietante e terribile o se la coppia era solita segregare in 12enne nella cameretta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA